OmniAuto.it

25 gennaio 2015

Rca: il delirio del disegno legge concorrenza

Isteria legislativa

Mai visto regole Rca così storte: le nuove norme sono nel disegno legge concorrenza. Anzitutto, ci sono due regali alle Assicurazioni. Primo: riparazione in forma specifica. Così, l’automobilista viene indirizzato verso il carrozziere convenzionato con la Compagnia. Un modo per penalizzare i carrozzieri indipendenti e per regalare il controllo assoluto del mercato Rca alle Assicurazioni. Secondo: abolizione della cessione del credito al carrozziere indipendente. Un moto per costruire l’uno contro uno: l’automobilista contro l’Assicurazione. Ma che cosa ne sa il danneggiato di Rca? Zero. L’esperto è il carrozziere indipendente. Che però viene messo fuori gioco.

Non solo. Viene riaffermato il principio dell’obbligo legale a contrarre “fatta salva la necessaria verifica della correttezza dei dati risultanti dall’ … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 11:25


Nessun commento Leggi tutto


17 gennaio 2015

Dalla parte della Polizia municipale in sciopero: ecco perché

Polizia municipale in fermento

“Finalmente uno sciopero nazionale della polizia municipale irrompe sulla scena mediatica. E solo un sindacato autonomo poteva organizzarlo senza indugi”: a parlarci sono Stefano Manzelli e Martina Bandini di poliziamunicipale.it, autorità del settore. “I tempi sono maturi e gli organizzatori hanno centrato nel segno. Non è più il momento di tirare la coperta da una parte all’altra a seconda delle diverse esigenze delle singole amministrazioni”, ci dicono. E ancora: “La legge 65/1986 è superata dalle mutate esigenze sociali. Poi con l’abolizione dell’equo indennizzo operata dal governo Monti si è superato ogni limite. L’operatore di vigilanza non ha più una configurazione giuridica comprensibile. Secondo la normativa vigente, il suo luogo di lavoro è … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 13:29


1 commento Leggi tutto


10 gennaio 2015

Sicurezza stradale: pericolo straniero. Coi due marocchini poteva essere strage mortale

Strade di Milano: odore di morte

A Torino, un camionista romeno in coma etilico; e un polacco ubriaco fradicio contromano su un Tir. A Milano, due marocchini pregiudicati in fuga controsenso da un posto di blocco: tutto nelle scorse ore.

Ma vogliamo subito vedere il lato positivo della faccenda: non c’è scappato il morto. Oltre ai due marocchini feritisi, ci sono due italiani feriti, a Milano. Ai nostri connazionali chiedo immediatamente e umilmente scusa, in ginocchio. “Come fai a parlare di lato positivo, brutto pirla, se io sono ferito e sotto choc?”. Così potrebbero dirmi. Giustamente. È che poteva andare molto peggio.

E ora il lato negativo. L’Italia, sotto il profilo della sicurezza stradale, dorme. Se c’è il … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 19:12


Nessun commento Leggi tutto


5 gennaio 2015

Berlusconi, Aci, Renzi: le manine misteriose che mettono e tolgono le leggi

Italia, serve razionalizzare

Spiega il Fatto quotidiano: la norma infilata da Palazzo Chigi nel decreto di attuazione della delega fiscale permetterà a Berlusconi, condannato a quattro anni e due di interdizione dai pubblici uffici nel processo per i diritti tv Mediaset, di chiedere al giudice di far decadere la sentenza perché il reato si è estinto. Una norma firmata da una mano ignota che potrebbe garantire l’agibilità politica a Silvio Berlusconi. Dieci giorni dopo l’ok del Consiglio dei ministri al decreto di attuazione della delega fiscale contenente l’ormai famoso articolo 19 bis che ha fatto scoppiare l’ennesima polemica sul governo, non è dato sapere chi abbia materialmente scritto e inserito la norma nel decreto. … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 15:06


Nessun commento Leggi tutto


27 dicembre 2014

Province: dovevano morire, comandano quando nevica

Province, che bordello

Quei carrozzoni politici che si chiamano Province dovevano morire. Sono sopravvissute a Monti e a Renzi. Il premier tedesco e il premier nuovo. Che si stanno dimostrando premier da prima Repubblica. Ma quando le Province mettono in piedi il loro teatrino da casiniste? D’inverno. Ponendo in pericolo la sicurezza stradale. Infatti, a loro è demandato il compito di installare un cartello specifico: deve obbligare a montare gomme invernali, o a trasportare catene da neve. Solo che ogni Provincia fa quel che crede. Qualcuna mette l’obbligo, qualcun’altra no; qualcuna lo mette in un certo periodo dell’anno (15 novembre 2014 – 15 aprile 2015), altre in periodi differenti … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 17:43


1 commento Leggi tutto


Multe: nel 2014, hanno vinto i Comuni. Così divorano i soldi degli automobilisti

La grande abbuffata

Il 2014 è un anno spartiacque in materia di sicurezza stradale, perché ha segnato il trionfo dei Comuni, destinati a vincere ancora di più nel 2015. Ragionate assieme a me. Il ministro dei Trasporti Lupi ha detto che i Comuni non devono multare in modo pesante chi sfora rispetto al Gratta e sosta sulle strisce blu. Poi ha detto che i Comuni non devono usare gli autovelox finti nei box arancione. Dopodiché, ha detto che i Comuni devono inviare le multe a casa dei proprietari delle auto pizzicate dagli autovelox entro 90 giorni dall’infrazione. Vi risulta che i Comuni abbiano seguito le indicazioni del ministro? No. Se ne sono infischiati allegramente. Continuano a … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 14:22


Nessun commento Leggi tutto


17 dicembre 2014

Rca media: non vuol dire niente!

Rca, la media è inutile

Interessante documento Ivass (il vigilante sulle Assicurazioni). Il premio medio per i contratti stipulati o rinnovati tra il 1° aprile e il 30 giugno 2014 è pari a 488 euro. Inoltre, il 50% degli assicurati paga più di 440 euro, il 90% degli assicurati meno di 761 euro e solo il 10% degli assicurati meno di 273 euro. Il premio medio dei contratti stipulati nei due trimestri precedenti è pari a 496 (marzo 2014) e 515 euro (dicembre 2013). Sebbene l’ultima variazione percentuale (-1,6%) sia inferiore a quella del trimestre precedente, pari a -3,7%, continua il trend di riduzione dei prezzi. La sostanziale riduzione registrata tra i due trimestri a cavallo … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 21:40


Nessun commento Leggi tutto


8 dicembre 2014

La riforma Rca della senatrice Vicari: i risultati saranno ancora drammatici

Rc auto, occhio a quella riforma…

I vari Governi che si sono succeduti negli anni hanno regalato alle Assicurazioni leggi su misura. Fra le varie misure ad hoc, ricordo solo l’abbassamento dei risarcimenti per le microlesioni fisiche, l’indennizzo diretto, l’abolizione sostanziale del rimborso del colpo di frusta se non provato da un macchinario. Adesso, manca il colpo letale, che ucciderebbe i diritti degli automobilisti e getterebbe sul lastrico 17.000 carrozzieri indipendenti: il risarcimento in forma specifica per buttare il danneggiato fra le braccia dei carrozzieri convenzionati (che devono lavorare alla manodopera imposta dalle Compagnie, con conseguenze terribili per la qualità delle riparazioni), e l’abolizione della cessione del credito ai carrozzieri indipendenti (ora, l’automobilista può farsi … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 20:39


Nessun commento Leggi tutto


30 novembre 2014

Soldi europei per la sicurezza stradale? Manca un dettaglio per l’Italia: qualcuno che controlli dove vanno a finire i quattrini

Le tortuose strade dei soldi…

Siamo ancora un Paese sotto choc, e oggi paghiamo le conseguenze di politiche dissennate e di politici corrotti. Tuttora, solo per fare un esempio che riguarda i soldi stanziati per fini lodevoli, non si sa che fine abbiano fatto i 60.000 miliardi di lire per la ricostruzione post terremoto in Irpinia, negli anni 80. La prendo alla lontana, ma arrivo ai giorni nostri: non si contano gli scandali che riguardano i soldi dati dall’Unione europea alle regioni italiane affinché si formassero corsi per formazione dei ragazzi in disagio sociale, o per creare occupazione, o per altri nobili scopi. Adesso, arrivano altri quattrini. Ventuno miliardi di euro di risorse comunitarie che diventeranno … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:22


Nessun commento Leggi tutto


23 novembre 2014

La riforma del Codice della strada tarda. Ma questi qui saprebbero gestire una bocciofila per 90enni?

Intanto in Italia di muore in strada

Niente riforma del Codice della strada. I nostri politici litigano su tutto: controlli automatici della Rc auto, articoli e cavilli del nuovo Codice della strada, definizione dei diritti e dei doveri dei Comuni nel succhiare le multe. Dal 2010 si attende il nuovo Codice della strada, e i politici in quattro anni non hanno avuto modo di riscriverlo. Eppure, le basi sono semplici: c’è un Codice della strada scritto coi piedi nel 1993, devastato da una settantina di decreti, e quindi la riscrittura è facile: basta radere al suolo tutto e rifare. Non è la Divina Commedia, cui si deve mettere mano e non si sa neppure da dove iniziare: … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:53


Nessun commento Leggi tutto


Post Vecchi »