OmniAuto.it

Archivio di aprile 2009 (9 articoli)

29 aprile 2009

Furti d’auto: gli scoop dei giornali

Corriere della Sera - furti di piccole a Roma e Milano

Corriere della Sera – furti di piccole a Roma e Milano

Ormai i titoli si sbattono dentro senza ritegno. I giornali raccontano che i ladri d’auto preferiscono le piccole. Caspita, che scoop. Hanno fatto bene i quotidiani a sparare la notizia a caratteri cubitali. Invece, io avrei scommesso che che le auto più rubate erano Ferrari e Porsche.

A nessun giornalista è venuto in mente: ovvio, scontato, logico che, come tutti gli anni, dalla statistica emergesse una prevalenza di auto piccole fra quelle rubate. Questione di numeri: in Italia, non ci risulta che siano più numerose le … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:23


Nessun commento Leggi tutto


Rc auto a Napoli: la sparano grossa?

È di pochi giorni fa la sentenza della Corte di Giustizia Europea [link OmniAuto.it] che conferma l’obbligo, a carico delle Compagnie, di rilasciare Rc auto. Tuttavia, siccome nessuno è fesso, sappiamo tutti bene che l’ostacolo è facilmente aggirabile. Della serie, fatta la legge, detta la sentenza, trovato l’inganno. E in che modo qualche Assicurazione scorretta potrebbe respingere i clienti? Semplice: sparando preventivi che non stanno né in cielo né in Terra.

Non trattasi di un’ipotesi così remota, visto che a Napoli e dintorni, nel 2003, alcune Compagnie hanno chiesto 10.000 euro per una Rca; altre si sono spinte fino a 15.000 euro. A raccontarlo, non è certo un blog come Automobilista.it, ma l’Isvap, cioè l’autorità preposta a controllare le Assicurazioni.

Sarebbe interessante capire come si comportano le Compagnie in Campania, specie a … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 17:09


Nessun commento Leggi tutto


28 aprile 2009

Rc auto: caro Sud Italia, hai rischiato grosso

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che, in Italia, le Compagnie debbano continuare ad avere l’obbligo di rilasciare le polizze Rc auto. Infatti, ha respinto un ricorso particolare: era stato presentato dalla Commissione Europea su istanza di alcune Assicurazioni, il cui obiettivo era l’abolizione dell’obbligo a contrarre Rca.

Si tratta di una vittoria per l’Italia, specie per il Sud. Se la Corte avesse dato ragione a quelle Compagnie che hanno fatto ricorso, il Meridione si sarebbe trovato in brache di tela. Niente obbligo di rilasciare Rca? Poche polizze per il Sud, sicuro. Perché a Napoli e dintorni, molto spesso le Assicurazioni non gradiscono concedere le polizze: elevatissimo il numero di incidenti, e quindi salati i costi a carico delle Compagnie. Per non parlare delle truffe: sinistri con rimborsi gonfiati … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:24


Nessun commento Leggi tutto


25 aprile 2009

Photored: quando i blog fan più danni della grandine

Prendi una testata importante della portata del Tgcom di Mediaset, poi ci fai nascere dentro un diario online come “Il blog del consumatore” e infine tratti argomenti quali le multe. Risultato: rischi di fare più danni della grandine.

Il caso più recente riguarda il post sui Photored (apparecchio che fotografa e “multa” chi passa col semaforo rosso). Già il titolo è tutto un programma: “Autovelox sì, Photored no”. E il contenuto è da brividi: si dice che il dispositivo, per poter effettuare una corretta contestazione, necessita della “presenza di agenti sul posto che possono risolvere eventuali equivoci e operare le opportune distinzioni”. L’avrebbe stabilito la Cassazione in una recente sentenza (la numero 7388 del 26 marzo 2009).

Non contento, quel blog arriva all’apoteosi quando suggerisce di proporre ricorso al Prefetto contro le … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:26


Nessun commento Leggi tutto


24 aprile 2009

Divieto di sosta? Col cartello, non più di una multa ogni 24 ore

Ci è arrivata una mail da un lettore, che si lamenta perché, per una stessa infrazione, ha ricevuto tre multe. Nel caso in questione, si trattava di un mancato rispetto del cartello di divieto di sosta: 38 euro a verbale redatto dal Vigile e posto sotto il tergicristallo, sul parabrezza, In realtà, le Forze dell’ordine (Polizia locale e stradale, Carabinieri) possono dare un numero indefinito di sanzioni per quella violazione. Tuttavia, fra una contravvenzione e la successiva, devono trascorrere almeno 24 ore.

Quindi, controllate bene gli orari dei verbali. Perché sarà pure giusto essere puniti per quell’infrazione, ma tutti, e non soltanto gli automobilisti, sono tenuti a rispettare le regole. Basta fare un rapido calcolo. Per esempio, se la prima multa è stata data alle ore 16 di giovedì … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:29


Nessun commento Leggi tutto


22 aprile 2009

Guida in stato d’ebbrezza: quello che i tg dimenticano

Uno degli articoli del Codice della strada che più interessa gli automobilisti è il 186, quello che riguarda la guida in stato d’ebbrezza. Il motivo è presto detto: c’è il timore che un aperitivo o un bicchierino a cena possano mettere a repentaglio portafoglio, patente e perfino l’auto, in seguito a un controllo delle Forze dell’ordine. Una paura in parte legittima, spesso alimentata dalle sparate dei tg, che per urlare la notizia raccontano di sanzioni salatissime e macchine confiscate a tutti i guidatori pizzicati oltre la fatidica soglia del mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Allora, per sgombrare il campo dagli equivoci, Automobilista.it vi riassume i tre punti principali della legge attuale, in attesa che le nuove regole sull’alcol entrino in vigore.

1) Il limite è di 0,5 … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 11:28


Nessun commento Leggi tutto


20 aprile 2009

Cartelli stradali: nuovo incubo italiano?

Cartelli Stradali Incomprensibili

Cartelli stradali incomprensibili

All’inizio fu l’Ecopass, il ticket per entrare nel centro di Milano. Migliaia di multe per passaggio in Zone a traffico limitato, a partire da gennaio 2008: in certe vie potevano transitare solo i mezzi pubblici, ma molti automobilisti e motociclisti entrarono in quelle strade pensando di poterlo fare. Il motivo? Cartelli poco chiari.

L’esempio l’avete nella foto in alto. Il guidatore può trovarsi d’improvviso davanti un triplice “segnale”. Non solo il semaforo e il cartello che indica il divieto di sosta (il primo a sinistra), ma anche uno strano pannello rettangolare che dice: “Inizio area a pagamento”. Parrebbe, sulle prime, che inizi l’area Ecopass. Nient’affatto: lì possono entrare esclusivamente i … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 17:52


1 commento Leggi tutto


17 aprile 2009

Polizze contro il Furto “regalate” dalle Case automobilistiche: fate bene i vostri conti

È troppo facile e anche qualunquistico affermare che nessuno regala niente, specie quando in ballo ci sono parecchie migliaia di euro: è il caso dell’acquisto di un’auto nuova. Tuttavia, Automobilista.it intende mettervi in guardia dalle reboanti pubblicità delle Case automobilistiche che riguardano le polizze contro il Furto e l’incendio “regalate” a chi compra una macchina.

In genere, si tratta di Garanzie che vengono incluse nei finanziamenti. Per esempio, io compro il modello X della marca Y dilazionando il pagamento in 60 rate, e il Costruttore mi “dona” cinque anni di assicurazione Furto e incendio. Può convenire al consumatore? Sì, ma è meglio fare qualche calcolo prima di firmare.

Anzitutto, chiedete se potete ottenere il finanziamento anche senza la polizza Furto. In caso affermativo, domandate quanto risparmiate. Se è davvero “gratuita” (non ve … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:06


Nessun commento Leggi tutto


15 aprile 2009

Foglio rosa a 17 anni: perché Automobilista.it dice sì

Per ora, c’è soltanto un testo unificato sulla sicurezza stradale, sul quale la commissione Trasporti deve discutere; però il Governo ha tutte le intenzioni di trasformarlo in un decreto legge. Il documento è composto da 29 articoli, frutto in parte di un lavoro della passata legislatura, in parte dalle proposte dell’Esecutivo attuale. Fra le possibili modifiche più importanti al Codice della strada, un posto d’onore spetta senz’altro ai giovani: si vuole introdurre il foglio rosa a 17 anni.

Per l’esattezza, l’obiettivo è la guida a 17 anni, purché il titolare di foglio rosa abbia la patente A1 (quella per le moto), e sia accompagnato da un titolare di patente B da almeno 10 anni. Inoltre, occorre il rilascio dell’autorizzazione da parte del Dipartimento dei Trasporti, su istanza del genitore o del … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 17:47


Nessun commento Leggi tutto