OmniAuto.it

Archivio di gennaio 2010 (40 articoli)

31 gennaio 2010

Rc auto: tariffe rincarate del 15%. Vi risulta?

Rca: salgono, ma di quanto?

Rca: salgono, ma di quanto?

Secondo Federconsumatori, nel 2010 le tariffe Rca saliranno del 15% in media. Ovviamente, a essere colpiti dal rincaro saranno soprattutto i profili più a rischio: i giovani, perché causano tanti incidenti dal punto di vista statistico; chi abita in città come Napoli e Caserta, perché lì si verificano numerosi sinistri, con danni fisici (come il colpo di frusta); in generale, chi è in classi di merito elevate, segno che fa parecchi incidenti o che non ha ancora dimostrato di provocarne pochi.

Invece l’Ania (Assicurazioni) ha di recente ammesso che i rincari erano probabili, per via della Legge Bersani, ma non li mai quantificati. A questo punto, spetta a voi automobilisti … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 19:06


1 commento Leggi tutto


Milano, blocco totale. Quasi totale. Parziale. Un piccolo blocchino, appena appena

Milano, tutti in bici? Non proprio

Milano, tutti in bici? Non proprio

Noi di Automobilista.it siamo curiosoni per natura. Tempo fa, abbiamo gironzolato per voi a Roma e Napoli per voi; oggi, domenica 31 gennaio, siamo andati a Milano. Motivo, accertarci che il blocco totale funzionasse. Chiaramente, eravamo in bici, per ubbidire senza esitazione all’imperioso comandamento del Comune meneghino: auto a casa, non si respira. Quindi, ci attendevamo un blocco totale. Ma ci siamo imbattuti in numerose vetture: si poteva allora parlare di blocco parziale, per via delle numerose deroghe.

Poi, altre macchine, sempre più numerose: eh già, c’è anche il permesso speciale per chi andava allo stadio a vedere il Milan. Caspita, si tratta del derby con l’Inter, visto … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:54


1 commento Leggi tutto


Richiamo Toyota: danno d’immagine? Alla lunga, forse no

Mega-richiamo Toyota: come reagiranno i consumatori?

Toyota, mega-richiamo planetario

Negli Stati Uniti, cinque milioni di vetture Toyota richiamate per un difetto all’acceleratore. In Europa, 1,8 milioni di auto richiamate per lo stesso motivo. A prima vista, è un tremendo danno d’immagine, perché il colosso nipponico da anni fa leva sull’affidabilità delle proprie auto. Se Toyota ha sconfitto i Gruppi automobilistici americani proprio lì negli States, è anche perché ha dimostrato di essere maggiormente affidabile. Un americano compra una vettura, magari spendendo anche un po’ di più, ma poi esige, più di altri consumatori sul pianeta, che il veicolo non abbia problemi. Ora, invece, il boomerang: l’acceleratore difettoso e, in certi casi, potenzialmente pericoloso.

Però, dopo la prima … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 18:35


1 commento Leggi tutto


29 gennaio 2010

Sanatoria delle multe: dalla vergogna al caos

La "foto" del condono-multe: caos

La "foto" del condono delle multe: caos

Sta per avere inizio una delle più grandi vergogne italiane del nuovo millennio: la procedura per la definizione agevolata delle contravvenzioni per le infrazioni al Codice della strada, elevate fino al 31 dicembre 2004. Se hai beccato una multa entro quella data senza poi pagarla, in certe città puoi pagare solo l’importo originario, più il 4% che va all’ente di riscossione dei tributi. Un affare: non versi il doppio della sanzione (anche di più, a volte). Risultato, hai fatto il furbo e paghi poco. Un’ingiustizia verso chi ha versato subito la sanzione (prima di fine 2004).

Ma altri guai stanno per arrivare. Ecco i problemi.

a) Come si aderisce … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:33


3 commenti Leggi tutto


Pirati della strada: la percentuale di stranieri ci impressiona

Che choc essere vittime d'un pirata!

Che choc essere vittime d'un pirata!

Fa paura il numero di pirati della strada (automobilisti che causano un incidente e poi fuggono) nel 2009: siamo a quota 482 (vedi Asaps). Terrorizza la quantità di morti e feriti per episodi di pirateria: rispettivamente 91 e 592 l’anno scorso. Tuttavia, il dato che mi fa balzare sulla sedia riguarda gli stranieri: 91 su 394 autori noti (presi dalla Polizia dopo essere scappati). Ossia, su 100 pirati, 25 sono stranieri. Uno su quattro.

Riflettiamo. In Italia, ogni quattro abitanti, c’è uno straniero? No. Tralascio le stime ufficiale sugli stranieri nel nostro Paese: quei dati valgono zero, visto che non considerano l’immigrazione clandestina, comunque infinitamente sottostimata. E allora, … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:07


1 commento Leggi tutto


27 gennaio 2010

TuOPreventivatOre Rc auto Isvap: non confondete quello vero con quello… “strano”

Strane somiglianze...

Strane somiglianze…

TuOpreventivatOre è lo strumento per confrontare, in base alla loro convenienza economica, i preventivi Rc auto di tutte le imprese presenti sul mercato. Il servizio è gratuito e anonimo: per attivarlo l’utente deve rispondere a un questionario, ma non occorre che dichiari le sue generalità; basta fornire un indirizzo email valido dove ricevere i preventivi. È stato creato dall’Isvap (vigila sulle Assicurazioni) e dal ministero dello Sviluppo economico.

Trovi TuOpreventivatOre a questo link oppure su Isvap.it in alto a sinistra. Il fatto è che trovi un altro sito un po’ “strano”, con un nome molto simile a TuOpreventivatOre: iltuopreventivatore (per giunta stracolmo di pubblicità “automatica”). Che nulla ha a che vedere con il sistema dell’Isvap.

Guardate anche … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:03


1 commento Leggi tutto


26 gennaio 2010

Giudici di pace: i perché dello sciopero

Giudici di pace: temporale in atto!

Giudici di pace: temporale in atto!

È una figura sempre più importante per l’automobilista, che a lui si rivolge per far cancellare multe ingiuste; ma ora sciopera (dal 25 gennaio al 5 febbraio 2010 e dal 22 al 27 febbraio 2010): parliamo del Giudice di pace. Perché la protesta? Ecco le ragioni dello sciopero si leggono in un file inviatoci Renato Amoroso, coordinatore dell’Ufficio del Giudice di pace in Monza.

Il Giudice di pace è un precario, senza alcuna stabilità e senza alcuna assistenza per malattia o infortunio e neppure in caso di maternità; ha tutti i doveri del Giudice senza alcuna garanzia di continuità dell’incarico; si richiede al Giudice di pace un contributo … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:40


Nessun commento Leggi tutto


Il Giudice Amoroso: “Lo sciopero dei Giudici di pace? Il ricorso a pagamento non c’entra”

Automobilista o autotartassato di tasse?

Automobilista o autotartassato di tasse?

Dal 1° gennaio 2010, contro una multa da Codice della strada si fa ricorso al Giudice di pace pagando almeno 38 euro di contributo (una tassa). Una regola che suscita tuttora scalpore: vedi qui. Nel frattempo, arriva lo sciopero dei Giudici di pace. Ma c’è qualche attinenza con la novità stabilita dalla Finanziaria, come paventato altrove? Ne parliamo con Renato Amoroso, coordinatore dell’Ufficio del Giudice di pace in Monza.

Avvocato Amoroso, lo sciopero dei Giudici di pace ha a che fare col contributo di 38 euro per fare ricorso?
“No. Gli scioperi proclamati dalle associazioni di categoria dal 25 gennaio al 5 febbraio e dal 22 al 27 febbraio 2010 non … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:23


2 commenti Leggi tutto


25 gennaio 2010

Ubriachi e guida: se la Legge è in stato d’ebbrezza

Guidi ubriaco? Incidente probabile

Guidi ubriaco? Incidente probabile

Guida in stato d’ebbrezza alcolica: ecco uno dei nemici più terribili per la sicurezza stradale. Per questo, i politici da anni modificano il Codice della strada, nella speranza di arginare il fenomeno. Ma l’articolo 186, che disciplina proprio la guida in stato alterato da alcol, è soggetto a numerose interpretazioni: diciamo pure che presenta voragini legislative.

Il problema è: se si alza parecchio il gomito (poniamo un grammo di alcol per litro di sangue) e ci si rifiuta di sottoporsi all’etilometro, scatta subito anche la confisca dell’auto? La stessa Cassazione, a sezioni separate, una volta ha detto di no e poi di sì: adesso dovrà riunirsi a sezioni unite e decidere quale … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:46


1 commento Leggi tutto


24 gennaio 2010

Minacce lecite ai Vigili: i titoli giornalistici concepiti solo per attrarre il lettore

Urlare per raccattare pubblicità: sono i mass media, bellezza

Urlare per raccattare pubblicità: sono i mass media, bellezza

Una volta la carta stampata insegnava a scrivere. Pochissimi refusi, titoli e sommari intelligenti, didascalie che illustravano sapientemente le foto. Adesso i mass media su Internet fanno a gara a chi la spara più grossa, e con una quantità di refusi da capogiro: obiettivo, attrarre visitatori. È un circolo vizioso: per via della crisi, gli inserzionisti pubblicitari, prima di tirar fuori mezzo euro, esigono che la testata su cui fanno pubblicità abbia un numero elevatissimo di visitatori. I mass media allora si affannano nella ricerca di metodi sempre più squallidi per creare uno zoccolo duro di lettori. Il risultato è una … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 17:20


Nessun commento Leggi tutto