OmniAuto.it

Archivio di agosto 2010 (35 articoli)

31 agosto 2010

Sana demagogia animalesca

Animali. Meglio degli uomini

I politici hanno modificato gli articoli 177 e 189 del Codice della strada: riguarda gli incidenti con danni ad animali. Ora c’è l’obbligo, per l’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subìto il danno. Per chi non lo fa, 389 euro di multa. Per altri che non soccorrono l’animale ferito, 78 euro.

È una norma giusta. Peccato che non verrà mai applicata. È fumo negli occhi gettato con estrema abilità dai politici, ed enfatizzato … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:51


3 commenti Leggi tutto


Il primato di Milano

Milano by multa

Non c’è che dire: Milano e la Lombardia sono all’avanguardia in fatto di tasse e multe per l’automobilista. Quella lombarda è fra le Regioni che, tramite avviso bonario, avvisava il cittadino: ci risulta che non hai pagato il bollo auto; se è così, pagalo senza interessi; se non è così, non pagarlo. Problema: chi aveva già pagato regolarmente senza poi conservare la ricevuta di pagamento, doveva poi versare il bollo una seconda volta. Quando si dice le fortunate coincidenze a favore dell’amministrazione locale.

Poi è arrivato l’Ecopass di Milano. Cartelli poco chiari, segnali contraddittori, sistema elettronico che andava in tilt, richieste di pagamento del ticket d’ingresso anche aveva già pagato. Ricorsi ai Giudici di … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:09


Nessun commento Leggi tutto


Autovelox: la nostra interpretazione del nuovo Codice della strada

Caos autovelox

Una delle norme più eclatanti del nuovo Codice della strada riguarda la distanza fra il cartello che indica il limite di velocità e l’autovelox. Non è una norma di semplice lettura, come tutto il nuovo Codice del resto, se è vero che diverse circolari ministeriali (e non è finita qui) hanno chiarito numerosi punti controversi.

1) Fuori città, le postazione fisse degli autovelox devono essere installate almeno un chilometro dopo il cartello che indica il limite di velocità.

2) L’obbligo vale solo se ci sono limiti particolari. Non vale se ci sono i limiti normali per quel tipo di strada. Esempio: l’obbligo del chilometro di distanza vale su una strada statale dove il limite normale … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:47


2 commenti Leggi tutto


Godiamo ancora di più

Ora è carta straccia

Dopo la gioia di Bologna, ecco Torino. Via torino.repubblica.it (Diego Longhin): “I filmati girati dalle 37 telecamere della nuova Ztl rischiano di essere inutili. Così come inutili rischiano di essere le multe notificate dalla polizia municipale a chi accede all’area proibita senza permesso. Colpa del nuovo Codice della strada, che riduce da 150 a 90 giorni il tempo che deve trascorrere dal giorno della trasgressione all’arrivo del verbale nella buca delle lettere“.

Suvvia, si dovrà solo faticare di più: ridurre di molto i tempi per l’esenzione, e lavorare le immagini delle telecamere nel giro di pochi giorni.

di Ezio Notte @ 22:26


Nessun commento Leggi tutto


Godimento estremo

Dura lex

Sul Resto del Carlino abbiamo scovato una notizia che ci fa godere da matti. Già il titolo è eccitante: Il nuovo Codice [inteso come Codice della strada] spegne metà degli autovelox. Il testo (autore, Gabriele Mignardi) è estasi per le nostre orecchie: “La Provincia [di Bologna] ha spento più della metà dei suoi autovelox. Da pochi giorni, per effetto dell’entrata in vigore delle nuove norme del Codice della strada, Palazzo Malvezzi ha infatti disattivato 15 delle 29 postazioni fisse di controllo che nel territorio provinciale sanzionano senza pietà i mezzi che superano i limiti di velocità”.

“Secondo una prima valutazione del comando della Polizia Provinciale ben quindici di questi impianti fissi potrebbero infatti essere in … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:14


1 commento Leggi tutto


Ma guarda un po’ cosa ci tocca fare: difendere le minicar

Micro bufalotti

Non sopportiamo le minicar, i quadricicli leggeri: noi di Automobilista.it li troviamo pericolosi. Però la più recente bufala sulle microcar c’impone di difenderle. Incredibile: è la seconda volta.

Poche ore fa, una minicar si ribalta in centro, a Milano. I mass media sparano: colpa del vento, che l’ha fatta ribaltare. E poi: le microcar sono senza sistemi di sicurezza elettronici, non va bene; impossibile circolare con quei robi.

Allora, punto primo: non è stato il vento. Una bufala. È stata urtata da una Pantera della Polizia. Secondo: per anni, abbiamo guidato auto senza elettronica. Viaggi infiniti e sicuri e comodi in macchinine da Bolzano a Reggio Calabria. Senza Abs, Esp né altre mille sigle. Meno incidenti, meno … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:04


Nessun commento Leggi tutto


Ingiustizie

Assurde retromarce legislative

Non c’è più la norma che prevede il taglio di punti o la sospensione della patente (o peggio) per i patentati che vanno in giro in bici e commettono gravi infrazioni, come il passaggio col rosso. Complimenti, bella retromarcia da parte dei politici.

Se c’era una norma che non andava toccata era proprio quella. Giusta, legittima, equa. Perché un ciclista che commette gravi infrazioni è un pericolo per sé e per gli altri.

Strano che fra tutte le possibile modifiche al Codice della strada, fra gli emendamenti e le litigate, si sia pensato ad abolire una regola intelligentissima. Queste sì che erano multe sacre!

di Ezio Notte @ 00:55


12 commenti Leggi tutto


Che multina scema

Sanzioni ridicole

Fra qualche settimana diverrà effettivo l’obbligo, che chi va in bici fuori città di notte, di indossare un giubbino catarifrangente. Vanno bene anche le bretelle. Per la precisione, l’obbligo vale da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima del sorgere del Sole.

È una norma che condividiamo in pieno. Ma c’è un aspetto ridicolo: 23 euro di multa per i trasgressori.

Che buffonata, che multina scema. Eppure se non si viene visti si rischia la vita. E si rovina anche l’esistenza di un automobilista che causa un incidente con lesioni gravi.

Si vede che i ciclisti sono tutelati… Vedi qui.

di Ezio Notte @ 00:48


2 commenti Leggi tutto


Cervignano (Udine) mette la… bretella, finalmente

C'è bretella e bretella

Apprendiamo da lestradedellinformazione che Autovie Venete ha approvato  il bando da 50 milioni di euro per la realizzazione della nuova strada d’accesso all’Interporto di Cervignano (Udine), nodo strategico per la logistica del Friuli Venezia Giulia, i cui cantieri si apriranno nel 2011. Lo ha annunciato l’assessore regionale ai Trasporti, Riccardo Riccardi.

L’intervento, la ”bretella dell’interporto” lunga circa 5,5 chilometri, è il secondo lotto della variante alla Strada Statale 352 ”di Grado”, tracciato che da Strassoldo (Udine) si dirige verso la Strada Statale 14. È parte di un progetto che, una volta ultimato, costituirà una sorta di circonvallazione di Cervignano, il cui centro abitato non sarà più attraversato dal traffico in uscita dall’autostrada e diretto … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:31


Nessun commento Leggi tutto


Ponte sullo Stretto: progetto consegnato a dicembre

Ponte sullo Stretto, a dicembre il progetto

Via lestradedellinformazione. Il progetto per il ponte sullo Stretto di Messina “sarà finito a novembre” e Impregilo lo consegnerà al Governo tra la fine di quel mese e gli inizi di dicembre. Parola dell’amministratore delegato di Impregilo, Alberto Rubegni: “Per quella data, noi avremo concluso i nostri impegni contrattuali, poi tutto passerà in mano al Governo”.

E ancora: “Il progetto sta andando avanti. A dicembre sarà consegnato: poi noi abbiamo finito, deciderà chi dovrà decidere”.

Rubegni ha anche ricordato che, in base all’impegno preso con il governo, in caso di mancata realizzazione del ponte, lo Stato dovrà pagare alle aziende costruttrici un indennizzo pari al 5% dell’importo del contratto che ha un … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:17


Nessun commento Leggi tutto