OmniAuto.it

Archivio di ottobre 2010 (40 articoli)

31 ottobre 2010

Autovelox, la reazione sbagliata di chi guida

No al martello, sì alle parole martellanti

Notiamo che il rapporto Comuni-automobilista sta peggiorando di mese in mese. L’ossessione di chi guida è di ricevere la famigerata busta verde con dentro la multa, per via di un’infrazione rilevata con una telecamera.

Ma se i Comuni sbagliano, non è certo diritto dell’automobilista reagire in maniera incivile. Non ci sono piaciuti né l’atto di vandalismo contro questo autovelox a Firenze né il gesto più recente: vernice rossa e martellate sull’autovelox che dava tante multe (ad Acquabona, comune Collagna, provincia di Reggio Emilia).

No. Così si passa dalla parte del torto. Per protestare, anche in maniera vibrata, esistono blog come questo. O ci si può riunire in comitati di cittadini. Tutto, fuorché … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 14:40


2 commenti Leggi tutto


Autovelox di viale Etruria: l’icona dello scempio

Siamo inseguiti da chi vuole i nostri soldi

Prima vergogna: a Firenze, l’autovelox di viale Etruria ha fatto una strage.

Seconda vergogna: le multe sono così tante, che neppure le istituzioni sanno dare una quantificazione univoca. Siamo a 44.000 secondo il comandante dei Vigili; a 28.000 stando al sindaco Rienzi.

Terza vergogna: non abbiamo ancora sentito una vocina a favore di chi guida. Del tipo: le multe le annulleremo.

Quarta vergogna: chi fa ricorso contro la multa deve pagare una tassa allo Stato. Comunque sia, ci perdi in partenza.

E così l’autovelox di viale Etruria diviene l’icona dello scempio italico. Siamo solo all’inizio: i Comuni hanno bisogno dei soldi degli automobilisti.

foto flickr.com/photos/lifeontheedge

di Ezio Notte @ 14:27


Nessun commento Leggi tutto


Schiaffoni europei

Ma questi ci vogliono ancora?

L’Unione europea vuole multare l’Italia perché nelle città c’è troppo smog. Nonostante diversi richiami in passato. Con tanto di scaricabarile fra politici di Governo, Regioni, Comuni, ognuno aggrappato coi denti alle poltrone d’oro.

L’Unione europea vuole multare l’Italia perché non abbiamo il numero unico per le chiamate d’emergenza: il 112. Non c’è il servizio di localizzazione delle chiamate di emergenza. Uno contatta i soccorritori se l’auto va ko o se lui stesso ha un mezzo infarto, e arrivano a salvarti. Sarà così nei Paesi europei più civili. Da noi non ancora, nonostante in passato l’Ue abbia già fatto pressione bussando alla nostra porta per ricordarcelo.

L’Unione europea vuole multare l’Italia perché in strada (vedi … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 13:58


Nessun commento Leggi tutto


Ci scusi, senatore Davico, sull’impegno dei Comuni avremmo qualcosa da ridire…

Cucù cucù la ruota non c'è più

Tavola rotonda sulla “Sicurezza stradale in ambito urbano”, a conclusione del XXVI Convegno nazionale stradale. “L’incontro di oggi – ha dichiarato il sottosegretario del ministero dell’Interno, il senatore Michelino Davico – rappresenta un importante momento di coordinamento con il quale i gestori delle strade, il Governo, le Regioni, le Province e i Comuni si impegnano a raggiungere l’obiettivo europeo di ridurre il numero delle vittime della strada, grazie anche all’introduzione del nuovo Codice della strada in Italia”.

Mah… sull’impegno dei Comuni a favore della sicurezza stradale, noi di Automobilista.it avremmo qualcosa da ridire. Le strade in città sono piene di buche, voragini. Col brutto tempo il problema si aggrava. La manutenzione … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 13:46


Nessun commento Leggi tutto


Sì, Castelgomberto (Vicenza): il premio autovelox è tuo!

Castelgomberto in trionfo!

Il Comune di Castelgomberto (Vicenza) ha tutto il diritto di esultare. Vince per distacco la gara degli autovelox. Ha piazzato sette macchinette in un chilometro. Ma chi sei, un Comune superman?

Sulla Strada provinciale Peschiera dei Muzzi, quel Comune è entrato nel Guinness dei primati e mai più vi uscirà.

La storiella è interessantissima. Prima le lamentele dei residenti: le macchine vanno troppo veloce. Poi il Comune che rimedia con gli autovelox. Quindi, le proteste di chi guida: e le multe? Infine, la precisazione del Comune: gli autovelox hanno il compito di fare da dissuasori; niente multe. E in futuro? Uno a campione, a caso, forse funzionerà.

È l’Italia. Siamo un Paese di fenomeni. Così adesso … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 13:30


Nessun commento Leggi tutto


Che bello, si paga in frettissima!

Precipitevolissimevolmente spendere!

Non vedevamo l’ora che arrivasse una notizia del genere. Adesso a Genova le multe si pagano nelle ricevitorie del Lotto. Oh, che goduria. Pensa, ti cambia la vita: fai in frettissima. Vai lì, esibisci il verbalino, piazzi la monetazza sul tavolo ed esci come rigenerato da questa novità tecnologica.

Per noi automobilisti, i Comuni sono fonte di gioie immense. Non solo Genova, infatti, ci dà piacere fisico: pure Bologna. Oltre mille multe al giorno grazie all’elettronica. Cavolo, sono proprio poverelle le amministrazioni locali…

E a Malpensa (Varese) gli ausiliari di Sea saranno 
pagati per staccare multe.

Grazie, grazie e ancora grazie: la vita degli automobilisti è sempre più piacevole. Il meccanismo è diabolico: ti opponi alla multa? Per … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 13:18


Nessun commento Leggi tutto


Auto blu, ce la farà Brunetta?

Questa sì che è un'auto blu!

Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione, vuole risparmiare 200.000 euro in auto blu. I settori di intervento sono numerosissimi: ve ne citiamo solo alcuni. Resta da vedere de Brunetta ce la farà. Noi la vediamo molto dura…

1) Verifica e riduzione dei soggetti legittimati all’uso di autovetture di servizio.

2) Estensione delle limitazioni per l’acquisizione delle autovetture a quelle di cilindrata superiore a 1.400 cc.

3) Conferma, con alcune ulteriori restrizioni, dei limiti di utilizzo delle autovetture di servizio di uso esclusivo e non; l’istituzione per le amministrazioni centrali (in collaborazione con l’Aci) del registro inventariale telematico delle auto in proprietà, leasing o locazione e noleggio a lunga scadenza (superiore ai tre mesi), con … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:07


Nessun commento Leggi tutto


30 ottobre 2010

Gli schizzinosi dell’autovelox

Ecco una delle multe copiaincollate

Il caso incredibile ce lo segnala Giovanni D’Agata, dello “Sportello dei Diritti”: la proprietaria di un’auto si è vista recapitare, a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, due verbali identici. Riportavano lo stesso superamento del limite di velocità nello stesso giorno, allo stesso orario, nello stesso tratto di strada. Perfino l’agente accertatore era lo stesso. Si tratta di copiaincolla. Le sanzioni verranno annullate, si spera, dietro ricorso.

C’è chi dice: però la persona aveva commesso l’infrazione, anzi la doppia infrazione, e quindi sarebbe stato giusto punirla. Non ci piace questo modo di ragionare: è stato compromesso il diritto alla difesa costituzionalmente garantito all’articolo 24 della Carta: non c’è la possibilità di conoscere … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 20:50


Nessun commento Leggi tutto


28 ottobre 2010

Fascicolo sulle minicar? Serve anche un fascicolo sul manto stradale

Salve, sono la tua buchina quotidiana

La Procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo d’indagine contro ignoti per accertare la dotazione di sicurezza delle minicar: rispondono ai criteri di omologazione? L’inchiesta è partita dopo due incidenti mortali avvenuti a Roma in aprile. Gli esiti delle perizie tecniche, si sussurra, avrebbero rilevato l’assenza di sistemi di sicurezza. Parliamo di microcar non truccate: non quelle bombate da meccanici psicotici e date in mano a figli di papà, col desiderio di schiantarsi contro un muro a 70 km/h su un quadriciclo leggero.

Difficilmente se ne verrà mai a capo. Se la legge consente alle minicar di circolare (quelle che escono dalle fabbriche, non quelle pompate), non vediamo come possano … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:36


Nessun commento Leggi tutto


27 ottobre 2010

Allora mettete in carcere anche la tv

Sesso in auto? Tabù

In auto, puoi fare sesso solo in luogo appartato e coprendo per bene i vetri della macchina, magari coi giornali; meglio ancora se i vetri sono scuri. Invece, facendo sesso in auto in altre condizioni, rischi tre anni di carcere. Così ha stabilito la Cassazione. Lo spiega bene Eleonora Lilli su OmniAuto.it.

Quindi, la coppietta toscana che tempo fa ha avuto un rapporto sessuale in macchina, in un parcheggio di una discoteca, al buio, ha infranto la legge. Si chiama offesa al pudore e alla pubblica decenza.

A nostro giudizio, la Cassazione non poteva che esprimersi così. Esiste una legge da interpretare: non c’è spazio per la fantasia. Non critichiamo la Corte Suprema né … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:12


Nessun commento Leggi tutto