OmniAuto.it

Archivio di gennaio 2011 (44 articoli)

31 gennaio 2011

Per una volta, un elogio a Milano

Brindiamo a Milano!

Dicono che ce l’abbiamo con Milano: vedi Ecopass, smog, multe. Sciocchezze. E lo dimostriamo. Non ci piace il nuovo articolo 186 del Codice della strada (guida in stato d’ebbrezza), modificato l’estate scorsa: in certi casi, la pena detentiva e pecuniaria può essere sostituita con quella del lavoro di pubblica utilità, e consistente nella prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da svolgere nel campo della sicurezza e dell’educazione stradale presso Stato, Enti locali, organizzazioni di assistenza sociale e di volontariato, centri specializzati di lotta alle dipendenze.

Orrore. La pena detentiva e pecuniaria che viene sostituita dal lavoro sociale: 250 euro al giorno, per giunta.

E il potere deterrente della norma fa a farsi benedire.

Ma … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:43


4 commenti Leggi tutto


Tutti pazzi per il Tutor

Soldini col Tutor: mistero

In principio, fu il Tutor su parte di Autostrade per l’Italia; ora su 2.500 chilometri di quel gestore; poi è in arrivo sulle Statali. Quindi, la notizia che si estende sull’A4 delle Autovie Venete, e pure sulla Soprelevata di Genova.

Un Tutor contro tutti, per far calare gli incidenti.

Del multe qualcuno parla? Giammai. Nessuno sa quanti soldi incassa lo Stato col Tutor. Nessuno sa quante multe vengono inviate e di quale importo.

Sui quattrini cala il silenzio.

Invece, si ode di continuo: il Tutor dimezza la mortalità.

Ma sarà mai possibile? Che fa, dimezza la mortalità tutti i giorni? A furia di dimezzarla, non muore più nessuno sulle strade.

Non è che per caso il dimezzamento della mortalità … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:38


5 commenti Leggi tutto


Blocco del traffico: i conti in tasca al Comune di Milano. Come giocare con un dado

Blocco del traffico e dadi magici

Milano, un blocco del traffico per bloccare lo smog. Del tutto involontariamente, e pure controvoglia, il Comune di Milano è stato costretto a fare le multe a chi ha violato il blocco suddetto.

Ogni multa, 155 euro.

Multati, 502 su 3.175 controlli.

Ora, 155 euro per 502 multe fa 77.810 euro.

Proprio una domenica bestiale per il Comune di Milano: vero?

Non male neppure la media: un’auto su sei veniva castigata. Come quando tiri un dado e vuoi che esca un numero: hai una possibilità su sei. Vuoi mettere con quello sfigato di giocatore che va al casinò e punta un numero alla roulette? Ha solo una possibilità su 37, per giunta vincendo 36 volte la … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:23


Nessun commento Leggi tutto


Blocco del traffico: non scherzate con quelle multe. Occhio alla sospensione della patente

Smog assassino

Fioccano le multe a Milano per chi ha violato il blocco del traffico: 155 euro.

Attenzione però. Articolo 7, comma 13-bis del Codice della strada: “Nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni”.

Riassumendo, 155 per due uguale 310 euro. Più la sospensione della patente. Che botta!

Eppure c’è chi non ne è al corrente. Facciamo un altro esempio. Articolo 173, guida col telefonino in mano. Oltre alla sanzione (sui 150 euro), e al taglio di cinque punti-patente, si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della licenza di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:10


Nessun commento Leggi tutto


Le bevande antisbornia e la cultura del mezzo grammo sfiorato

Se guidi, non bere

Ci sono politici di una certa caratura che inducono a bere alcol prima di guidare: tanto con qualche grammo di alcol nel sangue, dicono, sei in regola. Il limite di 0,5 grammi/litro lo raggiungi difficilmente: questa la teoria scema.

A parte che c’è anche la tolleranza zero: i neopatentati non possono bere neppure un goccio. Ma il problema è che poi i giovani cominciano a giochicchiare col limite di mezzo grammo. Della serie: dai che arrivo a 0,3 grammi, a 0,45… Ma sono ancora salvo e posso guidare.

Giochini pericolosissimi. I politici, anche rischiando di perdere voti di chi si alza al mattino e si sbevazza subito un cicchetto al bar, dovrebbero dire: se guidi, … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento Leggi tutto


30 gennaio 2011

Traffico e ictus: potevano chiederlo a me, che glielo dicevo

Traffico assassino

Studio scientifico in Danimarca: c’è una relazione fra il rumore del traffico stradale e il rischio di essere colpiti da un ictus. Ogni 10 decibel di rumore in più, aumenta del 14% la possibilità di essere colpiti dalla lesione vascolare se sei over 65 anni. Parola del dottor  Mette Sørensen, ricercatore presso l’Institute of Cancer Epidemiology della Danish Cancer Society a Copenhagen.

Col massimo rispetto verso il dottore suddetto e verso tutti i mass media che hanno riportato la notizia, bastava chiederlo a me: se uno passa ore nel traffico, gli fa bene? No: rischia un ictus, un infarto, un esaurimento nervoso, allergie varie.

Bastava chiederlo a chi vive a Milano (Ecopass, che flop!), Roma, Napoli. Di … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 12:28


Nessun commento Leggi tutto


Rc auto, situazione bollente: intervista a Elio Pugliese (Unione europea assicuratori)

Rca che scotta: che ne pensa l'Uea

Rc auto alle stelle, Assicurazioni che continuano a ripetere di essere “schiacciate” dalle truffe, tre automobilisti su 10 che non si assicurano al Sud, automobilisti italiani che escono con le ossa rotte da confronti con quelli di altri Paesi: è la situazione drammatica delle Rca. Ne parliamo con Elio Pugliese, presidente dell’Unione europea assicuratori.

Dottor Pugliese, si fa spesso il paragone Italia-Francia: Italia con più incidenti e con automobilisti più indisciplinati; Italia con Rca inevitabilmente più care. È un confronto corretto?
“No, poiché si tratta di due Paesi dal contesto economico e infrastrutturale molto diverso. Partiamo dalla infrastrutture: il territorio francese è percorso da una rete stradale di 1.005.943 chilometri, contro i … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento Leggi tutto


29 gennaio 2011

Autovelox di Firenze, le foto che provano la vergogna

Cartellino ino ino

Automobilista.it non vi lascia soli a morire: ci rivolgiamo agli automobilisti ingiustamente multati da autovelox mal segnalati a Firenze.

Fra i vari problemi, una questione verte sul segnale che avvisa della presenza dell’autovelox. La legge e la circolare Maroni e il buon senso e la civiltà di una nazione impongono che il cartello sia ben visibile.

Guardate la foto su: il cartello non è ben visibile.

Ma il fatto è che l’automobilista deve rivolgersi al Giudice di pace per fare ricorso, perdere tempo e denaro, fare le foto del cartello, presenziare all’udienza, combattere, convincere il magistrato. Tutto per vedersi riconoscere il proprio diritto all’annullamento della multa.

Dall’altra parte, magari c’è un bel legale che cerca di intrufolarsi nei … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 19:53


2 commenti Leggi tutto


27 gennaio 2011

Autovelox di Firenze, Ecopass di Milano: col cavolo che i Comuni mollano l’osso!

I Comuni tengono duro…

Firenze, contro i famosi autovelox di viale Etruria e compagnia, arrivano i primi ricorsi vincenti: multe annullate dai Giudici di pace. I motivi? Numerosi. Fra gli altri, le strade in questione non sono riconducibili alla classificazione di strade di scorrimento, le uniche nei centri urbani dove possono essere installati autovelox senza la presenza di agenti delle Forze dell’ordine. Per non parlare dell’autovelox di viale Etruria (in uscita dalla città): è dietro a un palo della luce, e il segnale di preavviso è circondato da segnaletica e striscioni. L’autovelox in viale Gramsci, poi, non ha segnale di preavviso per chi proviene da viale Mazzini/viale Bernardo Segni.

Ecopass. All’inizio una marea di multe ingiuste. Poi doveva … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:28


2 commenti Leggi tutto


Indennizzo diretto: il cavalier Luigi Cipriano (Aneis) lo demolisce

Indennizzo diretto: è una bella lotta

Indennizzo diretto: continuiamo la nostra chiacchierata col cavalier Luigi Cipriano, presidente Aneis (Associazione nazionale esperti infortunistica stradale).

Cavalier Cipriano, fra gli obblighi previsti dall’indennizzo diretto a carico delle Assicurazioni, c’è il supporto tecnico, la quantificazione, il controllo, l’integrazione. Una bella mano per l’assicurato che ha subìto un incidente…
“Tutti noi siamo entrati in agenzie di Assicurazione, per cui ben ricordiamo che all’interno ci sono impiegati che raccolgono i soldi delle polizze in scadenza o predispongono contratti prestampati incassando il premio. Ma nulla sanno di responsabilità, di danno biologico, morale, esistenziale, spese mediche, terapie, danno alle cose, alla vettura, fermo tecnico”.

Be’… è una sua opinione. Gli impiegati potrebbero ribattere di essere perfettamente a conoscenza … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 22:10


1 commento Leggi tutto