OmniAuto.it

Archivio di ottobre 2011 (43 articoli)

29 ottobre 2011

La Cina si pappa pure Saab: questi ci faranno a pezzi

Saab cinese: l'impero si allarga

Una Casa automobilistica ci mette decenni per arrivare a una conoscenza tecnologica di primissimo livello. La Saab, in particolare, è un pozzo di know how sulla sicurezza, oltreché sul del design e in parte sui motori. Poi arrivano i cinesi e in un quarto d’ora, dopo aver firmato un assegno di 100 milioni di euro, si pappano la Saab. E tutta la sapienza del Costruttore svedese. Un sorso di sapere rapidissimo, a confronto delle salite terribili che hanno dovuto affrontare i manager e gli operai Saab in decenni.

Così la Cina, dopo Volvo, si succhia la Svezia. Stavolta tutto va in mano a un’azienda che si chiama Pang Da.

A prescindere dai comunicati … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 15:21


Nessun commento Leggi tutto


27 ottobre 2011

Servizio antibufala: il sequestro degli pneumatici non omologati non è una novità

Occhio alla gomma

Leggiucchio qua e là che c’è una novità: chi monta pneumatici non omologati rischia il sequestro delle gomme. È vero?

Risposta. È vero che  chi monta pneumatici non omologati rischia il sequestro delle gomme. Ma non è vero che questa sia una novità dell’ultim’ora.

Chi la spaccia come una novità è stato tratto in inganno da un comunicato stampa copiato e incollato alla brutta. Vedi qui.

Già già tutto da una vita: vedi il Codice della strada, riformato con legge 120 del 29 luglio 2010 (articolo 1, comma 3-bis).

di Ezio Notte @ 01:28


Nessun commento Leggi tutto


Servizio antibufala: non c’è certezza che i 17enni possano guidare l’auto da febbraio 2012

Minorenni al volante? Vedremo quando

Leggiucchio qua e là che i 17enni potranno guidare l’auto da febbraio 2012, grazie a un Decreto che applica una disposizione del Codice della strada già esistente da tempo.

Cosa c’è di vero? La norma del Codice della strada esiste. Ma il Decreto non è in Gazzetta Ufficiale. Quindi, non c’è certezza che la norma sia attiva da febbraio 2012. È probabile, questo sì. Però non sicuro.

Comunque, se e quando il 17enne potrà guidare l’auto, dovrà avere già la patente A per le moto si dovrà esercitare con un esperto accanto. Purché l’accompagnatore sia in possesso da almeno 10 anni di patente valida e di categoria B o superiore. Per chi viaggia senza … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 01:14


Nessun commento Leggi tutto


Crash test Euro NCAP, il terrore dei sette mari

Euro NCAP, il vendicatore

L’Euro NCAP colpisce ancora, come l’Impero del male di Guerre stellari: pensate, su 12 auto sottoposte a prove d’urto severissime, il terribile ente per la sicurezza delle macchine ha dato cinque stelle a 11 vetture. Cinque stelle, ossia il massimo. Ma poi l’Euro NCAP s’è scatenato affibbiando quattro stelle alla povera Lancia Voyager.

Capite? Le Case automobilistiche, quando sentono il nome Euro NCAP, fuggono a gambe levate. Cominciando a riempire di airbag e dispositivi elettronici le macchine, nel tentativo disperato di prendere le agognate e irraggiungibili cinque stelle.

Per la cronaca, nei precedenti crash test, quasi tutte le auto a cinque stelle. Idem nei crash test prima ancora, e prima ancora.

Paura, eh?

di Ezio Notte @ 00:57


Nessun commento Leggi tutto


Pass invalidi fotocopia utilizzato per ingannare: è reato. Lo conferma la Cassazione

Vergogna italica: pass falsi

Chi clona un pass invalidi, fa la fotocopia del pass del nonno morto o fa il furbo in qualsiasi altro modo con i pass per entrare nelle Zone a traffico limitato o per parcheggiare sui posti riservati ai portatori di handicap, oltre a essere uno maiale, commette pure reato. La conferma (già c’erano pronunce in questo senso) arriva dalla Cassazione penale: sentenza 38349 del 13 luglio 2011, ma depositata il 24 ottobre 2011 (per questo ve ne parlo ora). Roba da Codice penale. E se il maiale ha la fedina penale sporca, magari rischia la galera per davvero.

Il furbo in questione ha perso in primo e secondo grado, e ora in Cassazione. Voleva … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:42


Nessun commento Leggi tutto


L’ha detto Enrico Gelpi (Aci). Allora tutti giù le mutande!

Questa devo averla già sentita

1 gennaio 2011. Il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani nel question time alla Camera sulla Rc auto: “Su un totale di 45 milioni di auto circolanti in Italia, circa tre milioni di macchine circolano senza una polizza di assicurazione Rca o con il contrassegno contraffatto. L’analisi è stata possibile grazie a un incrocio tra i dati in possesso della Motorizzazione civile e quelli forniti dalle compagnie di assicurazione rappresentate dall’Ania”.

25 ottobre 2011. Il presidente Aci Enrico Gelpi: “In Italia circolano 3,5 milioni di auto senza assicurazione: 7 veicoli su 100”.

25 ottobre 2011. Tutti i siti dei mass media importanti, quelli dei quotidianoni.  Il presidente Aci Enrico Gelpi ha detto che in … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:08


Nessun commento Leggi tutto


26 ottobre 2011

Frodi Rca. Scusi Gelpi (Aci), ma che c’entrano i Paesi? Da noi sono le Assicurazioni che dormono

Caro Gelpi, non dimentichiamoci delle Assicurazioni

Gelpi (presidente Aci): “Le infrazioni rilevate dalle Polizie locali e dalle altre Forze dell’ordine per mancanza di copertura Rc auto sono 100.000 nell’ultimo anno e le frodi in questo settore rappresentano il 3% del totale delle frodi assicurative accertate”. Fin qui, tutto ok.

“In Inghilterra sono il quadruplo e in Francia il doppio, non perché lì ci sia più propensione all’illecito, ma perché quei Paesi trovano conveniente svolgere una adeguata attività di controllo sui sinistri”. Eh no, che cavolo c’entrano i Paesi? Diciamolo chiaro e tondo: sono le nostre Assicurazioni, in Italia, che rimborsano anche chi puzza di truffa. Risultato, a fine anno possono dire che ci sono molte frodi, e che … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:06


Nessun commento Leggi tutto


25 ottobre 2011

Multe seriali per divieto di sosta: altro business per i Comuni

Soldi a palate

Le telecamere delle Ztl sono senz’altro il core business automobilistico di molti Comuni. Il perché è presto detto: possono dare multe seriali, basandosi su cartelli poco chiari. Ricordare la vicenda Ecopass e vie chiuse al traffico d’improvviso: i segnali oscuri e pieni di pannelli integrativi rettangolari facevano guadagnare un sacco di soldi al Comune. Foto, verbale, incasso guadagno. Ma c’è un secondo business che si affaccia: quello delle multe seriali, tipo Ecopass, a chi sosta in divieto. In buona sostanza, i Vigili ti possono dare la multa senza lasciare il verbalino di preavviso, che è un foglio di cortesia. Il tutto documentato con una fotocamera, che non dev’essere necessariamente omologata: uno Street Control (omologato) … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento Leggi tutto


24 ottobre 2011

Università della Virginia: misure di sicurezza sessiste pro maschio

Sessismo e sicurezza stradale

Gustosa segnalazione di Giovanni D’Agata, dello Sportello dei Diritti. Ricercatori dell’Università della Virginia (Usa) e dell’Università di Navarra (Spagna) hanno scoperto che i poggiatesta non prendono in considerazione le differenze di dimensioni e forza tra i colli maschile e femminile. Quindi le donne avrebbero maggiori probabilità di essere ferite in incidenti stradali: le caratteristiche di sicurezza sarebbero state progettate da uomini per soli uomini.

La ricerca si basa su 10 anni di dati relativi a incidenti avvenuti negli Stati Uniti: le donne che indossavano le cinture di sicurezza avevano avuto il 47 per cento in più di probabilità di soffrire di gravi lesioni rispetto ai maschi.
L’American Journal of Public Health ha evidenziato che le … Leggi tutto

di Ezio Notte @ 23:41


Nessun commento Leggi tutto


Il mago di Esselunga: peccato che il bimbo viaggi in auto senza cintura

Bell'esempio!

Chi mette in piedi le pubblicità per le tv e per Internet proprio non capisce l’importanza dei video: hanno un impatto devastante sulla gente. Così, mi rammarico che nel “Mago di Esselunga” il bimbo, sul divano, viaggi senza cintura. Anche se si tratta di un Dvd celebrativo, distribuito a Milano.

Si dà il cattivo esempio, al di là della retorica buonista e del Codice della strada.

Non entro invece nel merito dello spot: è chiaro che debba essere esaltata l’immagine del supermercato. Non si può pretendere che il bimbo venga portato all’aria aperta a giocare.

Il video è qui, finché resiste…

di Ezio Notte @ 21:52


Nessun commento Leggi tutto