OmniAuto.it

23 luglio 2011

Alcol e auto uguale morte. Altro che statistiche per i mononeuronici

Ha fame di mononeuronici

Chi ha un solo neurone (e i politici che devono ingraziarsi un elettorato dedito al bicchierino) dice: il 3% di incidenti è dovuto all’alcol. Fanno finta (specie il politico, che è uomo intelligente, nel senso di astuto) di non saperlo: quelle statistiche, come spiega l’Istat, vanno prese e date in pasto ai piranha (proprio come certi politici). Vedi qui e qui.

Sentite qui invece la Regione Emilia-Romagna: in 2.350 incidenti, almeno uno dei veicoli coinvolti andava troppo veloce. Il bilancio degli incidenti con eccesso di velocità è di 115 morti e 3.473 feriti.

Inoltre, 490 gli incidenti (16 morti e 709 feriti) con uno o più conducenti in stato di ebbrezza da alcol. E poi: “Il dato sugli incidenti alcool-correlati continua a essere presumibilmente sottostimato: uno studio della medicina legale dell’Ausl di Ferrara, relativo ai soli conducenti deceduti nel periodo 2000-2008, riporta una percentuale di soggetti alcool-positivi pari al 29%). In altri 77 incidenti (con 3 morti e 120 feriti) uno o più conducenti erano sotto l’effetto di stupefacenti”.

Capito? Un incidente su tre per alcol.

foto flickr by sweetie187

di Ezio Notte @ 13:08


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.