OmniAuto.it

11 settembre 2009

Alcol: l’informazione che manda in tilt l’automobilista

Guido con Prudenza: ottima iniziativa

Guido con Prudenza: ottima iniziativa

“Guido con Prudenza” è un progetto che ci piace. Fra le tante schifezze e scemenze che le varie associazioni ci propinano, quest’iniziativa la condividiamo. È promossa dalla Fondazione Ania (Assicurazioni) per la sicurezza stradale e dalla Postrada, in collaborazione con il Silb (pubblici esercizi). Obiettivo del progetto, che caratterizza da anni l’estate in discoteca, è sensibilizzare i giovani verso i rischi della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

La manifestazione si è svolta dal 24 luglio al 23 agosto nelle discoteche più frequentate della Penisola. All’ingresso dei locali che hanno aderito all’iniziativa, i ragazzi sono stati invitati a nominare il proprio “Bob” o “Guidatore designato”, cioè colui che sceglie liberamente di non bere per riaccompagnare a casa i propri amici in piena sicurezza.

Ma il messaggio che c’è alla base del progetto è chiaro: o bevi o guidi, senza vie di mezzo. Senza: “un paio di bicchierini che tanto li reggo”. Senza: “cosa vuoi che mi faccia un goccetto di alcol in più”.

Bene, poi arriva il ministro dell’Agricoltura Zaia e dice che non si deve criminalizzare chi beve, che tutto sommato alcol (in quantità moderate) e guida sono compatibili e via di questo passo.

Così l’automobilista medio va in tilt. Sente due messaggi diversi, magari non opposti diametralmente, ma comunque differenti. E ne esce pericolosamente confuso. Un danno per la sicurezza stradale. Speriamo che il ministro Zaia non abbia più queste pubbliche uscite.

Siete d’accordo con noi?

di Ezio Notte @ 07:00


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.