OmniAuto.it

18 maggio 2014

Allerta: agosto, il mese perfetto per approvare il disegno legge Rca Zanonato

Rca, diritti in pericolo: sotto l'ombrellone

Quando l’italiano medio si imbottisce sotto l’ombrellone di bomboloni, quando la famigliola media italiana cerca di uscire dalla routine quotidiana con sane passeggiate in collina dimenticando l’attualità, quando si è alle prese con partitelle di calcetto e pettegolezzi, quando si stacca la spina, ossia ad agosto, ecco che i politici più furbi fanno approvare le leggi più birichine. E allora, quale momento migliore per fare approvare il disegno legge Zanonato? Ve lo dico io: agosto.

Così, nessuno se ne accorge, nessuno protesta. E vincono le Assicurazioni. Perché quel disegno di legge è scritto su misura per le Compagnie. È perfetto per fare aumentare gli utili delle imprese, a discapito dei diritti degli automobilisti.

E poi, ad agosto, a chi vuoi che gliene freghi dell’abolizione della cessione del credito, e del risarcimento in forma specifica, e della scatola nera che diventa oracolo incontestabile, e del danneggiato che viene spedito fra le braccia del carrozziere convenzionato con le Assicurazioni? A nessuno.

Con la legge Zanonato, il consumatore perderà il diritto di riparare l’auto dove ritiene opportuno; infatti qualora intenda  farlo rimane a suo carico la differenza tra il costo di un lavoro eseguito a regola d’arte,  e a prezzi di mercato, e la minor somma che l’assicuratore liquiderà parametrandola all’indeterminato importo che asseritamente verrebbe corrisposto a un riparatore  convenzionato.

Già tre anni fa, sempre in materia di Rc auto, venne approvata ad agosto la vergognosa tabella unica del risarcimento delle lesioni fisiche gravi. E ad agosto 2014 potrebbe toccare alla legge per le Assicurazioni.

D’altronde, la pressione (legittima) delle Compagnie è continua e costante sui politici. Che vendono la legge Zanonato in questo modo: sconto del 25% sulle Rc auto. Certo, hanno dimenticato di dirci che Biancaneve verrà a rimboccarci le coperte dandoci il bacio della buonanotte.

Come un cane da guardia, darò immediatamente l’allarme ad agosto, su questo blog, perché i tg saranno troppo impegnati a leggere le veline dei politici: “Venghino signori, grandi sconti per tutti!”. Non resta che sperare che Federcarrozzieri di Davide Galli e le sigle della Carta di Bologna riescano a opporsi a quella che sarebbe una gravissima ingiustizia.

di Ezio Notte @ 21:15


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.