OmniAuto.it

22 ottobre 2009

Antiautovelox Coyote: la questione del tempo

Coyote, il nuovo acchiappa-Tutor

Coyote, il nuovo acchiappa-Tutor

Coyote, il sistema che becca autovelox, Tutor e T-Red costicchia (199 euro subito, più 12 euro al mese di abbonamento), ma non è uno strumento del diavolo. Ecco perché.

a) È legale: vedi qui.

b) Anche le Forze dell’ordine pubblicano l’elenco delle postazioni di controllo.

c) Coyote non interferisce con il segnale emesso dall’apparecchiatura di controllo della velocità. La vettura viene “colpita” dal raggio del controllo dell’autovelox: la sua velocità viene controllata.

d) Ma è soprattutto questo terzo punto da evidenziare. Coyote interagisce in modo rapido nel segnalare altre apparecchiature di controllo. Non in tempo reale, cosa non ammessa, almeno secondo l’interpretazione prevalente. Coyote è in contatto continuo con un database, una specie di cervellone che ricorda tutte le postazioni di controllo. Scaricare le mappe aggiornate. Il tutto avviene rapidamente in maniera automatica.

di Ezio Notte @ 01:20


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.