OmniAuto.it

20 settembre 2010

Attento a non prolungarti lo status di neopatentato

Neopatentati: i cuccioli della strada

Neopatentato è chi ha la patente B da meno di tre anni. Ma occhio: quei tre anni possono diventare di più. Una rogna: la tolleranza zero in fatto di alcol poi si prolunga nel tempo.

Cominciamo dal Codice della strada, appena riformato. Articolo 218-bis (Applicazione della sospensione della patente per i neopatentati). Comma 1. Nei primi tre anni dalla data di conseguimento della patente di categoria B, quando è commessa una violazione per la quale è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente, la durata della sospensione è aumentata di un terzo alla prima violazione ed è raddoppiata per le violazioni successive.

Cioè: il periodo di sospensione della patente viene aumentato per i neopatentati.

Comma 2. Qualora, nei primi tre anni dalla data di conseguimento della patente di categoria B, il titolare abbia commesso una violazione per la quale è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente per un periodo superiore a tre mesi, le disposizioni del comma 1 si applicano per i primi cinque anni dalla data di conseguimento della patente.

Cioè: nel caso in cui un neopatentato subisce la sospensione della patente per un periodo superiore a tre mesi, lo stato di neopatentato non scade dopo tre anni dal conseguimento della patente, ma viene considerato neopatentato fino a cinque anni.

E a chi si applicano tutte queste disposizioni? Anche al conducente titolare di patente di categoria A, qualora non abbia già conseguito anche la patente di categoria B. Se la patente di categoria B è conseguita successivamente al rilascio della patente di categoria A, le disposizioni si applicano dalla data di conseguimento della patente di categoria B.

Abbiamo fatto lo sforzo di rendere il più chiara possibile una regola difficilotta: speriamo di avervi reso un buon servizio.

foto flickr di redpandasrule

di Ezio Notte @ 21:51


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.