OmniAuto.it

30 luglio 2010

Auto blu, che senso hanno quei numeri? Noi multeremmo le pubbliche amministrazioni che non rispondono

Auto blu: chi la vuole?!

A fine maggio scrivevamo un post sulle auto blu che sputano in faccia alla miseria, e a chi non riesce a tirare la terza settimana del mese. Quasi ci avesse sentito, il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, ha effettuato un monitoraggio sulle auto blu. Dicono che i risultati siano interessanti. Sarà. Ma cosa me ne faccio di un monitoraggio parziale?  Il questionario, inviato a 9.199 amministrazioni centrali e locali, è stato compilato in tutte le sue parti da 3.187 amministrazioni. La rilevazione copre pertanto il 50% delle amministrazioni  (esclusi i Comuni inferiori ai 30.000 abitanti), pari al 61% dei dipendenti pubblici e al 47% di tutte le auto immatricolate dalle pubbliche amministrazioni.

Proprio non capiamo. E perché mai le altre pubbliche amministrazioni sono silenti? Perché non partecipano al questionario? Perché il tutto viene lasciato al loro buon cuore?

Fosse per noi, fossimo in Brunetta, proporremmo una bella multa alle pubbliche amministrazioni non collaborative. Fuori i numeri delle auto blu: il contribuente ha diritto di sapere.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.