OmniAuto.it

15 luglio 2011

Auto più grande? Zero pretese in condominio

Suvvone in parcheggino

Vicenda curiosa, ma che può riguardare chi passa dall’utilitari al Suv. Pur vivendo in case costruite 30 anni fa e concepite per macchine piccole.

Un tizio compra un’auto di maggiori dimensioni rispetto alla precedente. La nuova non ci sta nel posto auto condominiale, dove prima la vecchia stava benissimo (forse allora è vero che noi automobilisti italiani siamo mattocchi).

Va dal Giudice di pace: vuole una pronuncia che regolamentasse l’uso del seminterrato condominiale. Obiettivo, consentirne l’uguale fruizione a tutti i condomini. Insomma, cerca spazio per l’auto nuova grande.

Il Giudice di pace dice no. In secondo grado, la corte d’Appello conferma no. La Cassazione (sentenza 15203/2011): ancora no. Non puoi provocare cambiamenti nell’uso della cosa comune. “[…] ove il godimento pregresso, sia esso promiscuo o regolamentato in via autonoma tramite delibera dell’assemblea dei condomini adottata a maggioranza (come ritiene possibile la costante giurisprudenza di questa Corte: cfr. Cass. nn. 4131/01, 10248/03, 13763/04, 8528/94, 6010/84 e 312/82), non sia più possibile per taluno soltanto dei partecipanti, a causa del mutamento puramente elettivo delle sue condizioni personali, questi non può esigere potestativamente nei confronti degli altri una diversa modalità di utilizzazione della cosa comune, in senso turnario ovvero mediante altre soluzioni che impegnino ulteriori e/o differenti parti oggetto di comunione”.

foto flickr by I See Modern Britain

di Ezio Notte @ 00:01


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Che i proprietari dei SUV fossero degli arroganti era nell’aria, ma addirittura scemi no!

    Commento by riccardo — 15 luglio 2011 @ 10:00

  2. Incredibile.

    Commento by Ezio Notte — 15 luglio 2011 @ 19:50

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.