OmniAuto.it

18 giugno 2009

Automobilista.it sta coi Giudici di pace. Ma a volte esagerano…

Noi di Automobilista.it difendiamo a spada tratta i Giudici di pace che annullano le multe ingiuste. Sono una specie di riequilibratore sociale contro quei Comuni che esagerano con autovelox, T-Red e altri simpatici marchingegni. Tuttavia, quando un Giudice esagera, ci pare corretto sottolinearlo.

Il caso è questo: un automobilista è stato multato perché guidava con cellulare in mano: 148 euro e taglio di cinque punti della patente. Infatti, solo a una condizione si può telefonare mentre si guida: purché si usi vivavoce o auricolare. Il sanzionato ha fatto ricorso al Giudice di Pace di Belluno, che ha annullato la sanzione inflitta dai Carabinieri.

Il motivo del ricorso e dell’accoglimento della sentenza è semplice: il guidatore aveva il telefono nella mano sinistra ma questa, come la destra, era appoggiata al volante. Secondo i militari, invece, l’uomo stava proprio telefonando. Strano, a nostro avviso, il ragionamento del Giudice di pace: “Forse tale comportamento non è propriamente corretto se entrambe le mani non sono tenute sul volante, ma, per la stessa ragione, si dovrebbe sanzionare chiunque tenga una mano appoggiata sulla leva del cambio o su un poggiabraccio”.

In realtà, questa sentenza ci sembra campata per aria. L’articolo 173 del Codice della strada sanziona l’utilizzo manuale durante la guida di apparecchi telefonici privi di auricolare o di sistema vivavoce. È sufficiente il semplice uso del telefono (la manipolazione dello stesso): non importa che il guidatore non abbia compiuto una telefonata. L’illecito previsto è “l’uso del telefono cellulare”, non l’effettuazione di una telefonata, sia in arrivo sia in partenza.

Non solo: è vietato qualsiasi uso del telefono: consultazione delle telefonate effettuate e ricevute, lettura di messaggi, ascolto di segreteria telefonica, uso della calcolatrice, riproduzione di video e qualsiasi altro giochino sia umanamente possibile fare coi telefonini, sempre più sofisticati. Segnaliamo che anche la Cassazione l’ha precisato, con sentenza 13776/2008.

Guidare telefonando col cellulare in mano è come stare al volante ubriachi: lo dicono studi scientifici. L’uso improprio del telefonino va stroncato in ogni modo. Siete d’accordo o la nostra posizione vi pare troppo netta?

di Ezio Notte @ 17:07


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.