OmniAuto.it

1 giugno 2012

Autovelox, delirio italico

Autovelox, business incredibile

Regole infernali sugli autovelox e sui proventi dei medesimi. Quando il Decreto 2 marzo 2012, numero 16, è stato convertito in Legge (26 aprile 2012 , numero 44), è stato inserito l’articolo 4 ter, comma 15 e 16. Questo è solo l’inizio del delirio, mi spiace.

Ecco che dice l’articolo 4 ter: entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del presente Decreto, dovrà essere emanato il Decreto di cui al comma 2 dell’articolo 25 della Legge 29 luglio 2010, numero 120. Secondo delirio.

Ora il terzo: “In caso di mancata emanazione del Decreto entro il predetto termine, trovano comunque applicazione le disposizioni di cui ai commi 12-bis, 12-ter e 12-quater dell’articolo 142 del Codice della strada di cui al Decreto legislativo 30 aprile 1992, numero 285″

Quindi, che cosa hanno fatto lorsignori? Hanno messo nella Legge 44 l’espressione “del presente Decreto”. Bel colpo. C’è un particolare: il Decreto 2 marzo 2012, numero 16, non faceva cenno a questa norma. Però poi si dice: “Le modifiche apportate dalla  presente Legge  di  conversione hanno efficacia dal giorno successivo a  quello  della  sua pubblicazione”

Ma allora, quando diavolo partono i 90 giorni? Dal giorno di pubblicazione della Legge di conversione, avvenuta il 28 aprile 2012? In questo caso, va considerato il  28 luglio 2012 il termine ultimo per l’emanazione.

Già, e se non viene emesso il Decreto necessario? No problem: troveranno applicazione le disposizioni di cui ai commi 12-bis, 12-ter e 12-quater dell’articolo 142 del Codice.

di Ezio Notte @ 13:37


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.