OmniAuto.it

24 dicembre 2010

Blocco in autostrada: ma chi l’ha detto che i gestori daranno 500 euro agli automobilisti?

Un po' presto per sentirsi Zio Paperone

Internet è formidabile. Uno scrive su un sito che pioviggina. Un secondo, su un blog, spara che c’è un temporale. Arriva il terzo e sul suo portale annuncia: qui c’è una tempesta. Mentre il quarto fa la conta dei feriti e dei morti. È proprio quanto succede con la storia degli indennizzi agli automobilisti rimasti bloccati in autostrada, quel maledetto venerdì 17 dicembre 2010. Ora sul Web è gara a chi la spara più grossa: danno perfino per scontato il risarcimento; altri lo quantificano in 500 euro a testa. Ma come stanno le cose davvero? Ve lo spiega Automobilista.it.

1)
Durante la Consulta per la sicurezza, alla quale partecipano tra gli altri le principali associazioni dei consumatori e la Polizia stradale, convocata il 19 dicembre da Autostrade per l’Italia per esaminare quanto accaduto il 17, s’è convenuto di dar corso alle procedure di Conciliazione previste dal Protocollo di quel gestore e dei Consumatori.

2) Si devono tenere incontri per definirne le modalità.

3) Autostrade per l’Italia non parla di 500 euro a capoccia. A dire il vero, non parla neppure di soldi.

4) Secondo Adiconsum (che ci pare piuttosto equilibrata e saggia), si può rapportare l’indennizzo al numero di ore di permanenza forzata in autostrada, tenendo conto anche del numero dei viaggiatori sul veicolo. Quanto a ora? Magari sui 10 euro.

5)
Occhio: se autocertifichi che sei stato bloccato 22 ore, e poi si scopre che erano 10 ore, è reato.

Pianino a esaltarsi sentendosi già i quattrini in saccoccia.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.