OmniAuto.it

29 maggio 2011

Bologna, mi piace come s’è presentato il sindaco Virginio Merola: cinque Fiat Panda a metano per gli assessori

Clamoroso, un politico contro le auto blu!

Stringi la cinghia, c’è crisi: così ti dice il politico medio. Che poi va a strafogarsi in un costosissimo ristorante terminando la serata con un’escort che gli carezza le chiappe flaccide. Il cittadino lo sa, s’incazza e d’istinto manda al diavolo chi chiede sacrifici. E, dove può, il cittadino-suddito cerca di non farli quei sacrifici. Idem per la limitazione della circolazione delle auto, a favore dell’aria pulita. Il politico e la sua tribù di nani e ballerine vanno in giro in auto blu, poi però ti chiedono di impazzire nei mezzi pubblici super affollati. Per questo, mi piace l’idea del neosindaco di Bologna, Virginio Merola: in città, assessori solo con cinque Fiat Panda a metano. A rotazione. Uguale, cinque auto blu in meno.

A parte il discorso sull’aria (campo minato, in realtà, sono le fabbriche e il riscaldamento e i mezzi pubblici vecchi a uccidere i nostri polmoni), il messaggio dato ai cittadini è: non siete sudditi. Noi per primi daremo il buon esempio, sacrificatevi con noi a usare auto verdi.

E poi è una questione di status symbol. Sono un politico, con bei stipendi e privilegi. Ma uso una macchina normale come voi, e non un’auto blu. Allontaniamoci dal Nordafrica e avviciniamoci all’Europa centrale, grazie: serve moralità politica.

di Ezio Notte @ 01:26


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.