OmniAuto.it

28 marzo 2010

Call center: grosso guaio ad Assicurazioni town

Pronto, chi... non risponde?

Pronto, chi... non risponde?

Con l’indennizzo diretto, spesso le Assicurazioni si affidano a call center per gestire le pratiche degli incidenti. A volte, si tratta di call center esterni: insomma, non dipendenti della Compagnia. Problema: se l’automobilista ha un incidente e cerca un addetto del call center, e questo non si fa trovare oppure tratta male il cliente, con chi se la prende l’assicurato? Abbaia alla Luna?

Per fortuna, il mondo se n’è accorto. Sentite l’Isvap (vigila sulle Assicurazioni).

a) “Specifiche disposizioni mirano ad accrescere la qualità del servizio offerto dai call center: le imprese e gli intermediari sono tenuti ad assumere la piena responsabilità per l’operato degli addetti a call center esterni e devono individuare un responsabile del coordinamento e controllo, a cui i consumatori possono rivolgersi”.

b) “Gli addetti al call center dovranno possedere adeguate competenze professionali e seguire corsi di aggiornamento annuali. Dopo la conclusione del contratto online, l’impresa deve inviare – su carta o in formato elettronico, a scelta del cliente – il contratto da firmare, che potrà essere restituito firmato dal cliente via mail (dopo averlo scannerizzato) oppure via fax o via posta. Per le assicurazioni Rc auto dovranno pervenire all’assicurato il contrassegno e il certificato assicurativo entro 5 giorni dal pagamento del premio. Nel frattempo l’assicurato può circolare con la quietanza di pagamento del premio, con la dichiarazione rilasciata dall’impresa attestante il pagamento o con la ricevuta del bollettino di conto corrente postale”.

Allora: responsabilità e competenza. Speriamo bene…

foto flickr.com/photos/vitorcastillo

di Ezio Notte @ 14:31


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] stati coinvolti senza colpa in un incidente stradale? Benvenuti nel Vietnam del risarcimento, dove essere rimborsati in modo equo e rapido diventa un inferno. In modo equo, […]

    Pingback by Risarcimento lesioni fisiche: siete pregati di farvi pagare tutto | Automobilista.it — 29 marzo 2010 @ 21:32

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.