OmniAuto.it

2 dicembre 2012

Cara Aci, ma davvero è così importante avere 5 stelle?

Dacia Lodgy: low cost

Che senso ha quando, in un compito in classe, tutti prendono 10 e lode, tranne uno che prende 7? Nessun senso. Infatti l’Euro NCAP che dà sempre il massimo dei voti a quasi tutti non ha senso. Alla più recente tornata, una marea di auto a 5 stelle. Fa eccezione la Dacia Lodgy, con 3 stelline. Per fortuna che c’era lei; altrimenti, quest’ennesima tornata di prove d’urto avrebbe lasciato per l’ennesima volta l’amaro in bocca.

La Fiat 500L ottiene le 5 stelle mostrando tenuta nell’impatto frontale e un ottimo standard di sicurezza nel test del palo. Massimo – fra l’altro – per Ford Fiesta; Ford Kuga; Hyundai Santa Fe; Mercedes Classe A; Mitsubishi Outlander; Opel Mokka; Volkswagen Golf.

Ecco l’Aci: “In periodo in cui molti costruttori ormai raggiungono il punteggio massimo in uno o più ambiti di valutazione della sicurezza, spicca il trend negativo della Dacia Lodgy che ottiene, al contrario, risultati sotto la media in ciascun segmento preso in esame. Nella protezione del pedone, il risultato della Dacia è stato del 44%, negativo a confronto con le altre auto testate in questa tornata, ciascuna delle quali ha superato il 60% (65% Fiat 500 L.). Il risultato del 77% nella protezione dei bambini è nella media e non corrisponde all’immagine di ‘auto per la famiglia’. Infine, la Dacia ha deciso di non adottare il controllo elettronico della stabilità come equipaggiamento standard, rinunciando all’ultima opportunità di farlo prima che la tecnologia diventi obbligatoria per tutti i veicoli nuovi immatricolati”.

D’altronde, se metti l’elettronica, l’auto costa. Se l’auto costa, in Europa non se la fila nessuno. Disoccupazione, dramma sociale. Ci si dovrà decidere su cosa si vuole dalle Case: auto belle invendute, o auto buone ma vendute?

di Ezio Notte @ 19:18


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.