OmniAuto.it

28 agosto 2010

Caro genitore, attento quel che combina tuo figlio 17enne al volante: sei responsabile in solido

In auto a 17 anni, con cautela

A patto di rispettare numerose condizioni (come quella di aver effettuato un corso di 10 ore, vedi qui), un 17enne con patente per le moto A1 può già guidare l’auto, grazie al nuovo Codice della strada: non servono più 18 anni.

Fra i tanti requisiti, il 17enne deve avere accanto una persona indicata nel foglio rosa: un esperto, con patente B o superiore da almeno 10 anni. Se il minore guida senza l’accompagnatore, multa di 389 euro. Il genitore è responsabile in solido. Cioè: o paga il 17enne o paga il genitore. Quindi, occhio a quel che combina il pargolo. E un po’ d’attenzione anche all’accompagnatore: se è un amico 30enne del figlio 17enne, dev’essere affidabile.

Non solo: c’è pure il fermo amministrativo dell’auto per tre mesi. Macchina stoppata nel box.

Comunque, perché la regola trovi attuazione, serve un regolamento attuativo, per metà febbraio 2011.

foto flickr.com/photos/old_sarge

di Ezio Notte @ 19:49


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.