OmniAuto.it

11 giugno 2011

Caro neopatentato, caro genitore, ricordati delle bufale su Balotelli

Neopatentato? Norme particolari

Altra marachella di Balotelli (ricco calciatore italiano che gioca in Inghilterra, nel Manchester City) in auto: a Milano, di notte, andava troppo veloce con un veicolo che presentava un’irregolarità. Lui è fresco di patente e questo mi dà la possibilità di parlare dello status di neopatentato. Così da essere utile ai ragazzi e ai loro genitori. Su Internet, ho trovato un mare di bufale, proprio sui siti che i grandi media hanno messo a pagamento per iPhone (e che intendono mettere a pagamento per tutti i computer in futuro).

1) I neopatentati (come Balotelli) sono quelli con patente da meno di un anno. Bufala. In realtà, lo status di neopatentato varia a seconda dell’articolo del Codice della strada. Sono quelli con patente da meno di un anno (per il limite di potenza) e quelli con patente da meno di tre anni (per il limite di velocità, per il raddoppio dei punti e per la tolleranza zero in fatto di alcol).

2) Il neopatentato Balotelli poteva guidare un’auto potente (una Mercedes notevole) perché quel veicolo non era suo, ma in leasing. Bufala. In realtà, se hai conseguito la patente B per le auto dal 9 febbraio 2011, per un anno dal rilascio della patente puoi guidare solo macchine con potenza specifica, riferita alla tara, non superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1 (cioè autovetture), si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Siccome Balotelli ha conseguito la patente prima di quella data, allora non è stato punito: multa di 152 euro, più la sospensione della patente da due a otto mesi.

3) Balotelli è stato multato per eccesso di velocità, perché i neopatentati devono rispettare limiti più bassi. Mezza bufala. In realtà, chi ha la patente da meno di tre anni (e non un anno come per il limite di potenza), in qualsiasi data l’abbia conseguita, deve rispettare limiti di velocità più restrittivi: non può oltrepassare i 100 km/h (invece di 130 km/h) sulle autostrade e i 90 km/h (anziché 110 km/h) sulle strade extraurbane principali. Multa di 152 euro e sospensione della patente da due a otto mesi per chi non rispetta quei limiti, oltre alla normale sanzione per eccesso di velocità. Ma Balotelli era in città, col limite di 50 km/h. I limiti più bassi non c’entrano.

4) A un eventuale controllo-alcol, Balotelli non avrebbe dovuto superare il mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Bufala. In realtà, i neopatentati (con la licenza da meno di tre anni) non possono bere neppure un goccio d’alcol prima di mettersi al volante: per loro non vale il solito limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Multa di 155 euro, più il taglio di cinque punti-patente (10 per effetto del raddoppio). In caso di incidente, 310 euro. È la tolleranza zero.

5) Balotelli ha preso la multa perché aveva i vetri dietro scuri. Bufala. In realtà, i vetri dietro scuri sono ok se segnalati sul libretto (e nel caso in questione non lo erano). Sono vietati i vetri davanti scuri.

6) Balotelli, in fondo, non andava multato per i vetri davanti scuri (né per i vetri dietro scuri non segnalati sul libretto). La Mercedes era in leasing: lui che colpe ha? Bufala. In realtà (dura lex, sed lex), se ti metti in un’auto ha il faro non funzionante, ti multano. Idem se l’auto ha vetri davanti scuri. O uno spoiler enorme.

È vero invece che il neopatentato (con patente da meno di tre anni) che commette un’infrazione taglia-punti subisce una sottrazione di punteggio doppia.

Ricordo inoltre che le multe per alcune infrazioni notturne gravi (fra le 22 e le 7) sono maggiorate di un terzo rispetto alle sanzioni normali.

di Ezio Notte @ 17:31


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.