OmniAuto.it

10 aprile 2011

Cautela con quei maledetti danni da buca

Occhio ai siti Pinocchietti...

Ogni tanto su Internet esce una news sui danni da buca: pare facilissimo beccarsi i quattrini del Comune che non cura le strade e ammazza le auto (sospensioni, cerchioni) o addirittura causa lesioni fisiche (specie nel caso degli incidenti in moto). Adesso è il turno di una sentenza della Cassazione: la 13775/2001. In breve, dice che il Comune è responsabile per i danni causati a un pedone che, attraversando sulle strisce, s’è infortunato per via dell’asfalto gibolloso. Nulla di nuovo: le solite porcherie che si vedono nelle nostre città. Per estensione, secondo i siti Internet, i danni da buca devono essere risarciti anche agli automobilisti.

Io invito alla massima cautela. Devi dimostrare di aver fatto tutto il possibile per evitare la buca. Devi provare che quella buca non era evitabile dalle ruote della tua auto. Devi far capire al giudice che sei stato prudente. Non basta una sentenza della Cassazione, che prende in esame solo un caso specifico. Se no rischi gli schiaffoni: il giudice non ti riconosce un euro; tu paghi le spese legali e son dolori.

E poi, davanti al magistrato, trovi un’équipe di legali della controparte, agguerrita e col sangue agli occhi. Se perdi, cosa fai: dici che hai trovato la news su un sito Internet autorevole?

Fatevi consigliare da un avvocato fidato, o da un esperto in infortunistica stradale.

foto flickr.com/photos/jepoirrier

di Ezio Notte @ 17:38


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.