OmniAuto.it

2 ottobre 2009

Cautela con quelle aste online d’auto

Auto su aste online: andateci piano

Auto su aste online: andateci piano

I mass media ci vanno a nozze con i comunicati stampa. Specie se si tratta di argomenti che attizzano l’italiano medio. L’esempio più recente riguarda le aste online d’auto. In teoria, pare tutto semplice. Un tribunale fallimentare mette all’asta macchine americane che nessuno si fila, tu fai l’offerta bassissima su Internet e ti porti a casa un bel mezzo sborsando pochi quattrini. Così recitano gli articoli copiati dai comunicati.

Sì, poi c’è la realtà. E noi di Automobilista.it vorremmo invitarvi alla cautela.

a) In che condizioni sono quelle vetture?

b) Oltre al prezzo puro d’acquisto, quanti soldi ci devi mettere in oneri di vario genere?

c) C’è una garanzia su quei veicoli? Attenzione. Le concessionarie ufficiali delle Case non sono lì per servirti e riverirti soltanto perché hai comprato una macchina della loro marca: gradirebbero anche che l’acquisto tu lo facessi da loro, e non in un’asta online per poi rivolgerti a un venditore della rete esclusivamente in caso di guasto.

d) Siete sicuri che, andando in una concessionaria, non riusciate a spuntare un prezzo simile, se non più basso, di quello dell’asta?

Occhi aperti, amici lettori.

foto flickr.com/photos/venturist

di Ezio Notte @ 00:14


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] i coinquilini e permetterà di avere finalmente successo con le donne. Ma noi di Automobilista.it torniano sull’argomento aste d’auto per mettervi in guardia: state attenti a quattro […]

    Pingback by Aste d’auto: il prezzo, più le commissioni, più l’Iva, più… | Automobilista.it — 25 ottobre 2009 @ 13:51

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.