OmniAuto.it

30 novembre 2010

Cento miliardi di euro per il Sud Italia

Cento miliardi: gasp!

Il Consiglio dei ministri ha approvato il Piano per il Sud, del valore complessivo di 100 miliardi di euro. Il Piano identifica otto grandi priorità, suddivise in tre priorità strategiche di sviluppo (infrastrutture, ambiente e beni pubblici; competenze ed istruzione; innovazione, ricerca e competitività) su cui misurare, in un’ottica pluriennale, progressi strutturali di miglioramento delle condizioni di sviluppo del Mezzogiorno.

Napoli-Bari, Salerno-Reggio Calabria, Catania-Palermo: arrivano quindi altri denari freschi. Si ribadisce l’obiettivo Ponte sullo Stretto e, per il trasporto stradale, si citano la Olbia-Sassari.

La nostra speranza è che i soldi siano investiti tutti senza che la mafia ci metta le mani sopra. Qui occorre una durissima lotta alla criminalità organizzata, che – quando sente parlare di denaro e appalti – drizza le antenne, attratta dall’odore del business.

Il Piano conterrà lo schema di riprogrammazione dei fondi Fas 2000-2006 (3 miliardi regionali e 2550 milioni statali), la destinazione dei fondi Fas regionali 2007-2013 (26-29 miliardi) e anche dei fondi Ue 2000-2006 che al momento sono incagliati (almeno 5 miliardi). Servirà una super vigilanza: urgono grandi interventi strategici, il Meridione non può più aspettare.

foto flickr, by TheAlieness GiselaGiardino²³

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.