OmniAuto.it

28 novembre 2010

Cerchiai, che polemica con Bersani e Catricalà!

Rc auto, clima elettrico

L’Antitrust indaga sulle Assicurazioni: prezzi troppo alti, fuga dal Sud, disdette di massa a Napoli, Caserta e giù di lì. E ora interviene il numero uno dell’Ania (le Compagnie), Fabio Cerchiai. Il cui pensiero è: le normative in materia di assicurazioni indotte dalle indagini conoscitive dell’Antitrust (del presidente Antonio Catricalà) sono fortemente criticabili. I Decreti Bersani (l’ex ministro dello Sviluppo economico) sul bonus-malus Rca e sul divieto di agenti monomandatari hanno “provocato un rischio di perdita economica per le imprese. Qui c’è una distorsione del mercato”.

I Decreti Bersani furono introdotti “senza valutazioni di impatto e senza confronto con il mercato. Non credo esista un’equazione ‘più concorrenza uguale prezzi più bassi’. A monte ci vuole un’analisi dell’efficienza del mercato perché le Imprese non possono applicare prezzi senza una verifica dei costi”.

Non solo. Cerchiai parla di sospetto populismo dell’Antitrust. “Un approccio della politica su base populistica posso comprenderlo, meno comprensibile se un’Autorità indipendente condividesse un atteggiamento di questo tipo”.

Un’ultima stoccata: Cerchiai ha auspicato che l’Autorità possa “recuperare l’intera definizione” di garante della concorrenza e del mercato.

foto flickr.com/photos/lucianvenutian

di Ezio Notte @ 16:47


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.