OmniAuto.it

6 maggio 2012

Cessione di credito: monellino è chi il monellino fa

La battaglia di Federcarrozzieri

Cessione di credito Rc auto: il cliente seleziona il suo carrozziere di fiducia, gli cede il credito e ritira l’auto riparata senza sborsare denaro. Provate a immaginare una soluzione alternativa, o addirittura, come alcune Compagnie vorrebbero, un divieto sull’utilizzo della cessione di credito. Il carrozziere che alla fine della riparazione concorda il danno con il perito dell’Assicurazione e chiede il saldo al cliente, che a sua volta incasserà dalla compagnia dopo 30 giorni (nel caso di card doppia firma) o dopo 60 giorni (nel caso di assenza di card). Doppia arrabbiatura del cliente che oltre al danno deve pure anticipare la riparazione.

Ma per la cessione del credito si combattono battaglie violente. Segnalo su ilcarrozziere.it: “Richiesta di adesione alla segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di pratiche commerciali scorrette e richiesta di avvio procedura avverso clausole vessatorie nei confronti di Vittoria Ass.ni SpA, Zurich Ass.ni SpA”. Insomma, clausole vessatorie che impediscono la cessione del credito.

E ancora: “Raccolte tutte queste informazioni e valutando la gravità lesiva di tali atteggiamenti nei confronti sia degli assicurati, che dei carrozzieri, il portale del carrozziere in collaborazione con Federcarrozzieri, ha affidato la documentazione raccolta nelle mani di un consulente giuridico per valutare la possibilità di contrastare tali comportamenti. Successivamente, su nostra richiesta, l’avvocato Massimo Perrini dell’Unarca ha ultimato nei giorni scorsi il documento di segnalazione di pratiche commerciali scorrette e richiesta di avvio procedura avverso clausole vessatorie ex art. 37 bis d. lvo 206/2005 con misure cautelari, nei confronti di Vittoria Assicurazioni e Zurich da presentare  all’Agcm.

“Oggetto della segnalazione: il diritto a scegliere liberamente un’officina. Il ruolo anticoncorrenziale delle imprese assicuratrici nel mercato delle autoriparazioni: non solo una scelta imprenditoriale delle singole imprese ma una opzione concordata di sistema. Libertà e concorrenza nel mercato delle autoriparazioni. Le ‘convenzioni’ e i rapporti di ‘fiduciariato': strumenti anticoncorrenziali dagli effetti penalizzanti per danneggiati e carrozzieri. La canalizzazione forzata dei danneggiati come mezzo per perseguire il controllo del mercato delle riparazioni. Ma soprattutto il divieto contrattuale alla cessione di credito”.

Sarei curioso di sapere Vittoria e Zurich che ne pensano…

di Ezio Notte @ 10:30


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.