OmniAuto.it

27 giugno 2010

Che fortunella la Fondazione Ania per la sicurezza stradale: vince i fondi dello Stato

La Fondazione Ania vince un bando!

Alla Fondazione Ania 311.000 euro!

Tempo fa, il Dipartimento della Gioventù, attraverso il Fondo delle Politiche giovanili, indice un bando di concorso al fine di promuovere progetti finalizzati al miglioramento della sicurezza stradale. Obiettivo, fra l’altro, accrescere la preparazione dei neopatentati, la perizia nella guida e l’educazione alla corretta percezione del rischio attraverso la consapevolezza dei limiti del veicolo nel comportamento stradale e l’interpretazione dei limiti psicofisici del conducente, anche con riferimento all’uso di alcol e di sostanze stupefacenti. L’ammontare complessivo delle risorse destinate ai progetti è di 3.000.000 di euro. Ciascun progetto è finanziabile nella misura massima di euro 400.000 euro.

Veniamo all’oggi. Abbiamo appena finito di leggere l’elenco dei progetti ammessi a finanziamento in relazione al “Bando Sicurezza stradale”. Vince la Fondazione Ania per la sicurezza stradale, dove Ania sta per associazione delle Assicurazioni: le spettano 311.000 euro di finanziamento pubblico.

La Fondazione Ania (Assicurazioni) è stata fortunella. Prende soldi pubblici per un progetto sulla sicurezza: 300.000 euro su un massimo di 400.000 euro. Poi, se gli incidenti calano, ci guadagna una seconda volta perché diminuiscono i costi che le Compagnie si devono sobbarcare.

di Ezio Notte @ 00:01


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] molto attive quando hanno avuto notizia che la Fondazione Ania per la sicurezza stradale ha avuto 311.000 euro di finanziamento pubblico dal ministero della Gioventù. Uno scandalo legalizzato perché una […]

    Pingback by Stefano Mannacio: “Le indagini sulla Rc auto servono ad avallare ulteriori fregature” | Automobilista.it — 9 luglio 2010 @ 07:47

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.