OmniAuto.it

31 agosto 2010

Che multina scema

Sanzioni ridicole

Fra qualche settimana diverrà effettivo l’obbligo, che chi va in bici fuori città di notte, di indossare un giubbino catarifrangente. Vanno bene anche le bretelle. Per la precisione, l’obbligo vale da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima del sorgere del Sole.

È una norma che condividiamo in pieno. Ma c’è un aspetto ridicolo: 23 euro di multa per i trasgressori.

Che buffonata, che multina scema. Eppure se non si viene visti si rischia la vita. E si rovina anche l’esistenza di un automobilista che causa un incidente con lesioni gravi.

Si vede che i ciclisti sono tutelati… Vedi qui.

di Ezio Notte @ 00:48


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. […] il taglio di punti o la sospensione della patente (o peggio) per i patentati che vanno in giro in bici e commettono gravi infrazioni, come il passaggio col rosso. Complimenti, bella retromarcia da parte […]

    Pingback by Ingiustizie | Automobilista.it — 31 agosto 2010 @ 00:58

  2. […] delle norme più eclatanti del nuovo Codice della strada riguarda la distanza fra il cartello che indica il limite di velocità e […]

    Pingback by Autovelox: la nostra interpretazione del nuovo Codice della strada | Automobilista.it — 31 agosto 2010 @ 22:47

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.