OmniAuto.it

6 febbraio 2013

Chi terrorizza l’agente assicurativo che vuole più mandati o che collabora?

Un 2013 da paura, eh agenti?

L’agente assicurativo può avere un solo mandato, e quindi rappresentare una sola Compagnia; oppure più mandati, rappresentando più Compagnie. E ora può collaborare con altri agenti. Senonché, può anche darsi che un agente abbia ricevuto una lettera da una Compagnia, in cui questa lascia intendere che l’intermediario debba rappresentare solo quella Compagnia. Può darsi che nella lettera si dica: il portafoglio si affloscia (il numero di clineti cala); mica è colpa della crisi; sei tu che non vali granché e ti lasci scappare i clienti, magari per via della collaborazione con altri agenti di altre Compagnie.

Può darsi che questo sia un modo un po’ birichino della Compagnie di mettere il bastone fra le ruote di chi vuole collaborare con altri agenti o essere plurimandatario. Può darsi che questo modo di fare terrorizzi l’agente, il quale pur di non perdere il mandato di quella Compagnia, rinuncia ad altri mandati o a collaborare con altri agenti.

Magari a qualcuno dà fastidio che un agente scriva quanto segue: “Il sottoscritto, agente di assicurazione iscritto alla Sezione A del RUI, comunica che intende intraprendere rapporti di collaborazione con altri intermediari iscritti al RUI. Dei predetti rapporti di collaborazione, il sottoscritto Agente darà corretta e completa informativa alla clientela, a mezzo integrazione del Modello 7B. I migliori saluti. L’intermediario”.

Dico: può darsi. Perché nessuna Compagnia, così lesta come le colleghe a combattere il malaffare e i comportamenti scorretti nel settore Rca, invierebbe mai una raccomandata del genere a un agente assicurativo. Vero?

di Ezio Notte @ 21:40


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.