OmniAuto.it

25 gennaio 2012

Chissà se pure chi ha la Rc auto deve avere paura…

Amen

Via Assinews. “Il gruppo riassicurativo tedesco Hannover Re, come aveva già anticipato qualche giorno fa, ritiene di avere ingenti risarcimenti a carico per il naufragio della Costa Concordia: la perdita al momento stimata potrebbe essere intorno ai 30 milioni per il suo bilancio. Attualmente è difficile valutare i costi complessivi per il disastro. Le stime che circolano sono a 3 cifre e di conseguenza per Hannover dovrebbe trattarsi di un impatto nella gamma a due cifre, valutato attorno a 30 milioni.
Munich Re aveva comunicato la propria stima iniziale di circa 50 mln di euro. Secondo l’agenzia di rating Moody’s il mercato assicurativo e riassicurativo il naufragio della Costa Concordia dovrà sostenere richieste di rimborso che potrebbero alla fine raggiungere il miliardo di dollari. Dopo un 2011 record per i danni da catastrofe, il naufragio all’isola del Giglio è il primo importante disastro assicurato del 2012 e peserà sui conti del primo trimestre delle compagnie“.

Oh mamma, ecco un’altra meravigliosa scusa per alzare le tariffe assicurative di ogni genere. I soldi non ci sono, arrivano altri costi, e l’assicurazione dovrà pur rifarsi in qualche modo. Non vi pare? Se almeno ci fosse la scatola nera sulle auto, mannaggia…

di Ezio Notte @ 01:27


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.