OmniAuto.it

12 dicembre 2010

Con temperatura sotto lo zero, alcoltest da annullare? Il Decreto ministeriale non ne parla

Gelo: niente alcoltest? Mah...

La vicenda, che ha dell’incredibile, è recentissima.

1)
Freddo bestiale, sotto zero: fra -8 e -15. Un automobilista viene fermato in Valsugana (Trentino) a un controllo dei Carabinieri. Prova dell’alcoltest. Sopra il mezzo grammo di alcol per litro di sangue: multa.

2) Il tizio va dal Giudice di pace di Borgo Valsugana (Trento) e chiede la cancellazione della multa. Motivo: accertamento irregolare. Al momento dell’alcoltest la temperatura era sotto lo zero. E il test non vale, direbbe un Decreto ministeriale del 1990: l’etilometro funzionerebbe solo a una temperatura compresa fra 0 e 40 gradi.

Il Decreto ministeriale è quello del 22 maggio 1990, numero 196. Regolamento recante individuazione degli strumenti e delle procedure per l’accertamento dello stato di ebbrezza (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 171 del 24 luglio 1990).

3) Il Giudice dà ragione all’automobilista. Multa stracciata. L’etilometro in quelle condizioni di gelo non costituirebbe “prova certa ai fini dell’accertamento”.

Quale morale? Premesso che siamo contro la guida in stato d’ebbrezza, e che servono norme dure per combatterla, nonché maggiori controlli, il Decreto in questione non fa riferimento alla temperatura. Né ai valori sotto lo zero. Anche perché altrimenti, d’inverno, gli alcoltest non varrebbbero mai nell’Italia del Nord.

Chiaramente, i mass media si sono guardati bene dal dirlo. E nessuno è andato a spulciare. Hanno dato per scontato e giusto quanto detto dal Giudice nella sentenza. Manco fosse la Corte costituzionale. Una vicenda simile a quella del pedone: leggi qui.

Vedremo se salteranno fuori leggi che fanno espresso riferimento alla temperatura.

foto flickr.com/photos/poenaru/259867945

di Ezio Notte @ 19:19


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.