OmniAuto.it

7 novembre 2011

Concorso per Vigili urbani a Lecce: che fatica stare al mondo

Serve rigore morale

Via Sportello dei diritti di Gianni D’Agata: c’è “il problema del ritardo nell’individuazione di date certe per l’espletamento di un concorso bandito di recente dal Comune di Lecce che prevede l’assunzione di 32 Vigili urbani che per di più si tiene, di fatto, a ridosso del prossimo appuntamento elettorale di primavera nel quale verrà rinnovata l’attuale amministrazione cittadina”.

Per D’Agata, “questa è una vicenda che non può essere rimandata e che deve essere chiarita nell’immediato perché al di là della necessaria ed ovvia totale trasparenza nella gestione dei bandi di concorso pubblici, vi sia una ragione etica più importante: quella di non tenere ‘appese’ migliaia di famiglie che in un momento di crisi come questo attendono ansiose uno spiraglio per un posto di lavoro fisso, tanto più per la circostanza che le fasi del concorso si avvicinano sempre più alla fatidica data delle prossime elezioni comunali”.

Ormai in Italia è diventato tutto difficilissimo. Per fortuna, c’è chi – come D’Agata – difende strenuamente i cittadini, denunciando possibili anomalie.

di Ezio Notte @ 21:41


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.