OmniAuto.it

21 febbraio 2010

Cosa sarebbe ‘sta storia del Tutor “spinto”?

Tutor: si faccia chiarezza

Tutor: si faccia chiarezza

Che, nonostante quanto ci contano, a nostro giudizio il Tutor abbia diverse falle, ve lo narriamo da tempo. Vedi qui, qui, qui

Che nessuno dica quanti soldi incassa lo Stato con le multe del Tutor, è un altro aspetto che ci fa storcere il naso. Sarebbe carino sapere quanti morti in meno dove c’è il Tutor e anche quanti quattrini in più allo Stato.

Ma ora l’antefatto racconta altre cose strane. Tutte da verificare e da dimostrare. Ma qui la faccenda denaroTutor è stata sempre misteriosamente trascurata. Della serie, col Tutor voi crepate di meno in autostrada; per il resto, sono cose nostre.

Pare invece ci siano state pressioni per questo benedetto Tutor. Sarà davvero così? È bello sapere che tutti sono così interessati a non farci morire in autostrada…

[post aggiornato: vedi rettifica]

di Ezio Notte @ 19:31


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] 21 febbraio, abbiamo scritto che il Tutor (sistema che rileva soprattutto la velocità in autostrada) […]

    Pingback by Abbiamo preso un granchio: Celeritas “intercettato”, non il Tutor | Automobilista.it — 24 febbraio 2010 @ 23:25

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.