OmniAuto.it

26 giugno 2009

Cucù cucù la multa non c’è più

C’era una volta un utilissimo link dell’Aci: Viaggiare Sicuri. Si trattava di una guida fatta molto bene. Curata e aggiornata. Vi trovavi le multe principali dei Paesi esteri. Per esempio, nel menu a tendina cercavi Francia, e lì scoprivi il limite di alcol consentito, i limiti di velocità e le relative multe. In più, vi si spiegava qualche norma particolare, come la possibilità (per le Polizie di Austria e Svizzera) di riscuotere le sanzioni sul posto, e magari di sequestrare un bene (una fotocamera, un orologio) in caso di mancato pagamento. C’era una volta, dicevamo. Perché adesso le multe sono quasi sparite da quel sito.

Sono ancora presenti informazioni generali, comunque preziose. E poi riferimenti per il turista, numeri telefonici, regole speciali. Ma di Codice della strada, a livello di infrazioni e multe, è rimasto ben poco.

Peccato, perché era un validissimo punto di riferimento per gli automobilisti che intendevano informarsi prima di recarsi in auto all’estero. Adesso, non vi resta che cercare notizie su Internet, un po’ alla rinfusa: spesso si trovano siti che riportano dati sballati e fuorvianti.

È ancora validissimo, invece, il triplo link, che trovate sul sito Aci, riguardante le vignette da incollare sul parabrezza per viaggiare sulle autostrade e superstrade di Austria, Svizzera e Slovenia: qui. Il consiglio di Automobilista.it è di non fare i furbi. Lì la Polizia scherza poco con quei bollini delle autostrade: volano le multe.

di Ezio Notte @ 16:28


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.