OmniAuto.it

22 febbraio 2011

Compagnie battono automobilisti due a zero

Due a zero

L’Agenzia antifrode, quella che se e quando arriverà combatterà le truffe nella Rca, fa passi avanti. Leggo su Finanza&Mercati (scusate se non ho il link diretto) che l’Unità antifrode potrebbe non stare sotto all’Isvap (vigila sulle Assicurazioni), ma alla Consap (Concessionaria servizi assicurativi pubblici): gestisce i Fondi per conto dello Stato. Così si starebbe evolvendo il Disegno di legge sull’Agenzia antifrode. E le Assicurazioni non sborserebbero neppure un euro per la costituzione dell’Antifrode. Al contrario di quanto si diceva all’inizio.

Ma la botta è qui: le Assicurazioni avrebbero 90 e non più 30 giorni per risarcire i clienti. Obiettivo, consentire alle Compagnie di fare ulteriori accertamenti per capire se l’assicurato è un ladro che ruba i rimborsi inventando gli incidenti o le lesioni fisiche.

Altro che indennizzo diretto ultrarapido…

In definitiva, qui con la scusa delle truffe, le Assicurazioni vincono due volte: Agenzia antifrode gratis e più tempo per risarcire.

Compagnie battono automobilisti due a zero.

foto flickr.com/photos/neogabox

di Ezio Notte @ 20:33


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.