OmniAuto.it

25 luglio 2011

Danni non patrimoniali: la parola alla Cassazione

La guerra dei rimborsi

Valutazione per il risarcimento del danno non patrimoniali: una rogna. Un punto fondamentale. Da qui passa anche il futuro della Rca e delle tariffe. Le Assicurazioni tendono al ribasso, i danneggiati al rialzo. È un gioco delle parti. Ma ora interviene la Cassazione (che chiarisce spessissimo aspetti controversi della circolazione stradale), con sentenza 14278/2011.

Una studentessa viene investita da un’auto sulle strisce pedonali: lesioni gravi. Postumi invalidanti del 25%: lo dice la consulenza medico legale. Il Tribunale non liquida il danno morale e il danno patrimoniale. La corte d’Appello accoglie il gravame in punto di liquidazione del danno morale da reato, ma non riconosce il danno patrimoniale. Motivo: la studentessa non svolgeva attività produttiva di reddito.

La ragazza va in Cassazione: il danno patrimoniale quale danno emergente o lucro cessante si liquida, anche se il soggetto non lavora. Con quale parametro equitativo? Il triplo della pensione sociale. Sulla base del calcolo c’è il reddito annuale ricostruito in relazione alla entità della invalidità permanente, in misura elevata pari al 25%, in un soggetto in età di studi superiori, che subisce una riduzione della capacità lavorativa: si presenterà invalida alle offerte di lavoro.

I giudici: “Tale gravità, medicalmente accertata, con le circostanze oggettive qualificanti le qualità ed aspettative di vita della giovane lesa, costituisce da un lato la prova oggettiva della lesione e del nesso causale con la condotta del soggetto agente, e d’altro lato la prova presuntiva circostanziata che costituisce la fonte della formazione del ragionevole convincimento, di natura probabilistica, non trattandosi di prova inferiore a quelle cosiddette dirette o complete in relazione alla natura del danno”.

foto flickr.com/photos

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.