OmniAuto.it

29 febbraio 2012

Diabolicamente Rc auto

Rca, mazzate

In base a quanto stabilito dal maxiemendamento al Decreto liberalizzazioni, nella parte relatova alla Rca, uno che scende di classe non potrà vedersi applicare i rincari: una volta stabilita alla stipula una tariffa,  dovrà sempre calare e parrebbe anche a prescindere da criteri geografici. Mi immagino le conseguenze: la necessità di rincarare spaventosamente i contratti di nuova stipula e parimenti la convenienza a rimanere con la medesima compagnia in barba alla liberalizzaione.

Questo perché: se io Compagnia devo mantenere per 14 anni la tariffa prestabilita e vedo andamenti negativi, non posso ritoccare all’insù chi è già mio clietne, spalmando su tutti il rischio, ma posso agire solo sui nuovi contratti. Perciò chi arriva in classe 1 non potrà vedersi applicare aumenti; ma chi stipulerà nuovi contratti si vedrà applicare una base tariffaria enormemente più alta.

Il sistema funzionerebbe ipotizzando che in tutta Italia ci sia lo stesso andamento sinistri: no truffe e no lesioni sotto i 5 punti. Hanno introdotto la lotta alle frodi e la franchigia sui 3 punti di lesione. Ma prima di andare a regime (indennizzo diretto insegna) ci vogliono minimo minimo tre anni. Nel frattempo le misure tariffarie vanno in vigore subito. Ne vedremo delle belle.

di Ezio Notte @ 23:59


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.