OmniAuto.it

12 maggio 2014

Disegno legge Carta di Bologna: terrò d’occhio i mass media

Io ho i miei diritti

Quando stava per diventare legge l’articolo 8 del decreto Destinazione Italia, e quando è stato presentato il disegno legge Rca Zanonato, che fotocopiava l’articolo 8, i tg hanno strombazzato: tariffe Rca ridotte di un quarto grazie a questi provvedimenti. Come reagisce chi si beve tutto quello che dice la tv? Fa i salti di gioia. Diventa tutto rosso come il Gabibbo ed esulta. Anche perché una miriade di siti e giornali va a ruota ai tg, in un polverone mediatico che somiglia a un gigantesco ventilatore di fronte al quale hanno posto un quintale di melma. Poi però vai in fondo alle cose e capisci che è tutta una gigantesca presa per i fondelli: le riduzioni tariffarie sono tutte teoriche e da dimostrare; le Assicurazioni minacciano di fare ricorso alla Corte di giustizia europea se mai il Governo dovesse imporre loro sconti; i diritti degli automobilisti verrebbero allegramente calpestati.

Ma sì, parliamo di diritti degli automobilisti.

Il diritto alla libera scelta del carrozziere.

Il diritto alla libera scelta del medico legale.

Il diritto a cedere il credito al carrozziere indipendente.

Il diritto a usare tutti gli strumenti a disposizione per far valere le proprie ragioni in caso di incidente, e non solo la fallibilissima scatola nera.

Il diritto a raccogliere testimonianze in caso di sinsitro, senza essere fottuti se si è in stato di choc o magari in coma.

Il diritto a un mercato libero.

Il diritto a scappare dalla attuale Compagnia, che ha rotto le scatole con tariffe assurdamente alte e con rimborsi iniqui e tardivi.

Di tutti questi diritti, invece, parla il disegno legge delle sigle della Carta di Bologna, capeggiate da Davide Galli (Federcarrozzieri).

Ora, questo disegno legge sta per essere lanciato definitivamente. E io sarò il vostro cane da guardia: voglio vedere se come quanto dove i tg, i siti, i giornali daranno spazio al disegno legge della Carta di Bologna.

Perché anche al più ottuso dei lettori, degli utenti, degli ascoltatori, occorre raccontare la verità: la tutela dei diritti degli assicurati-danneggiati va a braccetto con i ribassi delle tariffe Rc auto. Non è poi un concetto così difficile da elaborare. Anche per Gabibbo nostro. Che voleva sentire la parola “sconti”, come gli scimpanzé allo zoo che si eccitano quando tiri loro una nocciolina.

di Ezio Notte @ 21:37


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. Complimenti per l’articolo sempre molto diretto e sincero.

    Commento by Piero Manzanares — 13 maggio 2014 @ 15:45

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.