it.motor1.com

15 luglio 2018

DriveNow: car sharing settimanale? Occhio alle clausole

 

DriveNow per una settimana

DriveNow per una settimana

DriveNow molto attiva a luglio. La società di car sharing fondata nel 2011 come joint venture, e dal 9 marzo 2018 è interamente controllata dal Gruppo BMW, mette a disposizione veicoli premium (BMW e MINI) presi e restituiti ovunque all’interno di un’area di business definita.

Oltre 1.000.000 di clienti registrati trovano e prenotano veicoli attraverso l’app DriveNow, che permette di utilizzare il servizio su tutte le città in cui il servizio è attivo. DriveNow, con una flotta di 6.000 veicoli, è presente a Monaco, Berlino, Duesseldorf, Colonia, Amburgo, Vienna, Londra, Copenaghen, Stoccolma, Bruxelles, Milano, Helsinki e Lisbona. A Milano (500 vetture tra BMW e MINI), in vista delle imminenti partenze delle vacanze, DriveNow apre al car sharing settimanale con un’offerta 7 giorni, compreso il carburante.

“È un esperimento che recepisce l’esigenza di famiglie, coppie o gruppi di amici che – spiega Andrea Leverano, managing director di DriveNow in Italia – avendo pianificato le loro vacanze nelle tantissime e belle località italiane si trovano di fronte al problema di non avere una vettura sufficientemente adeguata sia per condizioni, che per dimensioni e cilindrata”. 

In questo modo, a partire dal 14 luglio e sino al 3 settembre, sarà possibile riservarsi spaziose BMW Serie 2 Active Tourer laddove si viaggi con diversi occupanti e molto bagaglio, oppure alle sfiziose BMW o MINI Cabrio.

Però vediamo i dettagli dell’offerta.

1) Sette giorni, 168 ore di guida e di sosta, 600 km: 399 euro.

2) Quattro giorni, 96 ore di guida e di sosta, 400 km: 249 euro.

3) Tre giorni, 72 ore di guida e di sosta, 400 km: 199 euro.

4) Due giorni, 48 ore di guida e di sosta, 400 km: 149-159 euro, secondo il modello.

5) Un giorno, 24 ore di guida e di sosta, 200 km: 109-119 euro, secondo il modello.

Massima attenzione per le clausole. Occhi puntati su franchigie e scoperti in caso di danni provocati, furti, smarrimenti, incidenti causati. E ancora: penalità per chi sgarra rispetto al contratto, anche in termini di chilometraggio e ore complessivi. Scattano addebiti su carta di credito, ricordatelo. Verificate se potete ridurre le franchigie, ovviamente pagando di più.

di Ezio Notte @ 16:42


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.