OmniAuto.it

29 giugno 2012

Due Compagnie fantasma tutte particolari

Fanta Rca

Si fa presto a dire Compagnia fantasma: sembra un’Assicurazione che non esiste. In realtà, le cose sono molto più complicate: può esistere, ma non essere autorizzata a operare in Italia. Oppure può esistere, essere abilitata a operare in Italia, però non può farlo nel ramo Rca. Il fatto è che non è finita: esistono Compagnie fantasma ancora più complesse. In particolare, di recente l’Isvap (vigila sulle Assicurazioni) ha segnalato che la “Credit Agricole Assurance” è una società che non rientra tra le Compagnie autorizzate o, comunque, abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio della Repubblica: la  denominazione sociale è simile a quella delle Imprese italiane Crédit Agricole Assicurazioni s.p.a. e Crédit Agricole Vita s.p.a. che sono regolarmente autorizzate, rispettivamente, all’esercizio dei rami danni (incluso il ramo della responsabilità civile obbligatoria) e dei rami vita. Occhio: i truffatori mischiano le carte e vi incasinano il più possibile.

E ancora: l’Isvap ha reso noto che sono stati segnalati casi di commercializzazione di polizze Rc auto
intestate ad “Arcalis Assicurazioni”, società che non rientra tra le compagnie autorizzate o, comunque, abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio della Repubblica. Si segnala, altresì, che tali polizze vengono rilasciate da un intermediario non meglio identificato, che si qualifica come “Agenzia Insurance & Financial Services”, con sede in Salerno. Il predetto intermediario non è iscritto nel registro unico degli intermediari assicurativi e nell’elenco degli intermediari dell’Unione europea. Si richiama pertanto l’attenzione degli utenti e degli intermediari sulla circostanza che l’eventuale stipulazione di polizze r.c. auto recanti le intestazioni di cui sopra comporta per i contraenti l’insussistenza della copertura assicurativa e per gli intermediari lo svolgimento di un’attività non consentita dalle vigenti disposizioni normative.

Come dire, un inferno, specie al Sud Italia. In caso di dubbi, telefonate al numero verde Isvap 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13,30 oppure, negli altri orari, al n. 06/421331.

di Ezio Notte @ 23:35


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.