OmniAuto.it

28 agosto 2010

Due risate sugli anziani che guidano bestioni

Anziani, zero limiti

I mass media fanno in fretta a sparare fesserie un giorno, evitando di fare ammenda quello successivo. Il caso degli anziani che guidano è emblematico. Ricordate? I giornali scrissero: “Il nuovo Codice della strada toglie la patente ai vecchi. Gli ultra80enni non potranno guidare”.

Poi arriva il nuovo Codice e si scopre che gli ultra80enni potranno guidare, come e più di prima: vedi qui. Basterà una visita medica specialistica biennale, accurata. E ci mancherebbe pure che non sia accurata.

Ma soprattutto sale il limite di età per i conducenti professionali. Possono guidare autotreni e autoarticolati di massa complessiva a pieno carico superiore a 20 tonnellate fino a 68 anni. Prima il limite era di 60 anni. Otto anni in più. Purché, ogni anno, ci sia uno specifico attestato d’idoneità.

Dai, ridete assieme a noi. Complimenti vivissimi a chi ha scritto la legge: 68 anni e guidare un bestione. Norma geniale. E complimenti pure ai giornali che prima davano per scontato lo stop agli ultra80enni, dimenticandosi della guida a 68 anni per i conducenti professionali.

foto flickr.com/photos/horiavarlan

di Ezio Notte @ 20:04


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. Cari Amici,
    Spero molto presto, entri in circolazione le auto con il riflessometro.
    Non è l’età che definisce l’idoneità alla guida, anche un 90enne potrebbe essere idoneo (ne ho conosciuti), al test del riflessometro, erano più bravi di molti giovani.
    Il riflessometro, inibisce l’uso dell’auto o velocità controllata in base ai requisiti psicofisici rilevati, per assunzione di alcol, droghe, psicotici, farmaci, stanchezza, sonno, pure l’uso del telefonino in mano.

    Giorgio Marcon

    Consulente Tecnico
    Unione Nazionale Consumatori
    http://www.riflessometro.it/

    p.s. visitate questo sito per capirne di più.

    Commento by Giorgio Marcon — 29 agosto 2010 @ 00:58

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.