OmniAuto.it

7 novembre 2011

Ecopass, multe pazze: vogliamo parlare di danni da stress?

Robe da EcoPazz

Ecopass. Sin dalla sua nascita, quest’aborto della natura ha causato problemi a non finire alla brava gente: cartelli illegali, multe pazze, persone che pagavano e che ricevevano sanzioni a casa. Anche adesso il cervellone è andato in tilt, fottendo migliaia di automobilisti: hanno regolarmente pagato il ticket, ma si ritrovano sul groppone una multa di 80 euro. Quando va bene, una multa. Ma i verbali salgono a 10 oppure 100 se gli ingressi sono stati numerosi.

Il Comune ha ammesso l’errore. Ora serve fare ricorso al Giudice di pace per vedersi cancellare la multa.

Due guai.

1) Dal Giudice di pace io pago un contributo di 37 euro. Chi mi ridarà quel denaro? E quando?

2) Io vengo stressato dalla multa. La paura di vedere la lettera verde nella cassetta della posta: il terrore di riceverne altre; il tempo perso per capirci qualcosa, trovare le prove dell’avvenuto pagamento, fare le fotocopie, ricorrere. E poi giornate di lavoro perse, code estenuanti. Burocrazia. Ebbene chi mi paga lo stress? Fossi in un Giudice di pace, condannerei il Comune di Milano a un rimborso di 300 euro per lo stress. E 300 euro sono pochi, visto che ormai – grazie all’euro – con quei soldi ci compri qualche mozzarella al supermercato.

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.