OmniAuto.it

6 ottobre 2009

Energy drink al volante? Se hai sonno, devi fermarti

Niente guida se hai sonno!

Niente guida se hai sonno!

Sapete qual è uno dei nemici più pericolosi per chi guida? La sopravvalutazione delle proprie capacità. Una sovrastima che spesso deriva da droghe o alcol. Ma talvolta è l’energy drink che potrebbe trarti in inganno, specie se esageri.

Tanto per cominciare, l’energy drink è un particolare tipo di bevanda analcolica con sostanze energizzanti come la caffeina. Spesso è un mix che vede coinvolto altre sostanze come guaranina, taurina e glucuronolattone. Più forti ancora gli hardcore energy drink.

Di per sé, l’energy drink non è pericoloso, ma se esageri, ecco gli effetti collaterali in agguato: innalzamento della pressione arteriosa, mal di testa, nervosismo. Magari tachicardia, o peggio.

Soprattutto, ricordati del rischio “assuefazione“: se eccedi, nel tempo può darsi che tu debba assumere sempre più energy drink e sempre più spesso affinché abbia gli stessi effetti positivi delle prime volte (energia, senso di euforia e forza e vigore).

Esagerare con gli energy drink, quando si guida, può portare dritti contro un muro. Poi, non ci saranno bevande magiche che potranno risvegliare il cadavere. Se hai sonno, devi soltanto comportarti in un modo: non guidare l’auto. E se già sei al volante, fermati appena ti è possibile o fatti dare il cambio alla guida. Il colpo di sonno uccide senza pietà e se ne frega dei litri di energy drink che hai ingurgitato.

foto flickr.com/photos/mikekline

di Ezio Notte @ 00:51


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. E’ chiaro che se uno è stanco si deve fermare! Però ti può dare veramente aiuto in situazioni di fatica! Anche solo per studiare! E poi, ogniuno conosce i suoi limiti! e chi ha detto che ti fa venire il mal di testa?

    Commento by paolo — 2 novembre 2009 @ 18:15

  2. […] naso. E allora, sempre ragionando a intuito, va considerato anche un altro nemico del guidatore: il colpo di sonno in autostrada, lì dove il limite è basso e viaggiare diventa soporifero. Ecco, i 150 km/h […]

    Pingback by Limite di 150 km/h: e il colpo di sonno dove lo mettiamo? | Automobilista.it — 9 dicembre 2009 @ 23:45

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.