OmniAuto.it

6 ottobre 2009

Eventi naturali: apri l’ombrello sulla tua auto!

Eventi naturali: potete proteggervi

Eventi naturali: potete proteggervi

In caso di eventi naturali, se l’auto viene danneggiata (dalla grandine o dal fango, per esempio) e avete soltanto la Rca, non vi spetta un euro di risarcimento. Ha diritto al rimborso solo chi ha una polizza proprio contro gli eventi naturali. Si tratta di una garanzia accessoria, cioè facoltativa. Tuttavia, ci mette in guardia Renzo Fain Binda, consulente assicurativo, anche chi è coperto da questa garanzia non si illuda: spesso, le polizze prevedono franchigie. Se, per esempio, queste sono di 200 euro e il danno di 2.000, il rimborso sarà di 1.800. Idem per lo scoperto, una percentuale che resta a carico dell’automobilista: se è del 15% con danno di 2.000 euro, il risarcimento ammonterà a 1.700 euro.

Seguite la dritta di Fain Binda: quando chiedete il risarcimento del sinistro, fornite una denuncia delle Forze dell’ordine (attesta che la calamità naturale c’è stata davvero). Oppure fate riferimento a quanto rilevato dall’Osservatorio meteorologico vicino al luogo della calamità. Utilissime le foto dei danni all’auto. Quindi, la macchina va messa disposizione del perito assicurativo, per la valutazione del danno effettivo.

Di recente, il Belpaese è stato davvero oggetto di temporali, trombe d’aria, grandinate. Non ultimo, il caso di Messina, con pioggia torrenziale, frane, smottamenti (e drammi umani). Eppure, su un campione di 60.000 persone esaminato da assicurazione.it, solo il 13% dei guidatori ha deciso di inserire tra le garanzie aggiuntive quella contro gli eventi naturali.

Ma conviene stipulare una polizza contro gli eventi naturali? La parola a Fain Binda, secondo cui dipende da quanto e dove usate l’auto (maggiori le probabilità di eventi naturali che possono danneggiare il veicolo, più conveniente la garanzia assicurativa), e dalla tariffa che la vostra Assicurazione vi propone. Comunque, si tenga presente che quelle garanzie mettono al riparo anche da tempeste, bufere, uragani, tifoni, trombe d’aria. Quasi sempre, sono esclusi i danni da terremoto. A seconda del rischio di eventi naturali nella zona in cui si abita, il prezzo varia: da 30 a 70 euro l’anno. Se si considera che una semplice grandinata fa spendere centinaia di euro in riparazioni, il gioco vale la candela.

E ricordate che, spesso, la garanzia contro gli eventi naturali viene concessa unitamente agli atti vandalici/dolosi di terzi: l’esempio classico la strisciata con la chiave sulla carrozzeria.

foto flickr.com/photos/journ

di Ezio Notte @ 23:37


1 commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 1 Commento

  1. […] un post del 6 ottobre, vi abbiamo suggerito la polizza Eventi naturali: vi protegge se l’auto viene […]

    Pingback by Elenco eventi naturali: leggilo bene per non litigare con l’Assicurazione | Automobilista.it — 25 ottobre 2009 @ 12:54

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.