it.motor1.com

5 gennaio 2018

Ferrarisassicurazioni.it: occhio al conto corrente e alla carta ricaricabile

 

Rca temporanea falsa: un incidente e sei rovinato

Rca temporanea falsa: un incidente e sei rovinato

La fantasia di chi mette in piedi certi giochi strani nel settore Rc auto non ha limiti. Sentite l’Ivass, Istituto di vigilanza sulle assicurazioni: “È stata segnalata la commercializzazione di polizze Rc auto, anche aventi durata temporanea, per il tramite del sito Internet www.Ferrarisassicurazioni.it che riporta il nominativo di un intermediario regolarmente iscritto nel Registro Unico degli Intermediari assicurativi – RUI”.

Tre guai.

1) Li’ntermediario regolarmente iscritto nel Registro Unico degli Intermediari assicurativi – RUI ha dichiarato la propria totale estraneità alle attività svolte tramite il sito www.Ferrarisassicurazioni.it.

2) A seguito delle verifiche espletate, l’Ivass ha accertato che l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso tale sito è irregolare e, conseguentemente, ne ha chiesto l’oscuramento alle Autorità competente.

3) In generale, in caso di richiesta di pagamento a favore di conti (anche online) o di carte ricaricabili, l’intermediario iscritto deve essere il titolare del conto e/o della carta. Questo punto è il più “caldo” in assoluto. Chissà: forse ci sono stati pagamenti di Rc auto temporanee (di pochi giorni) inesistenti; dopodiché chi ha sgraffignato i quattrini se l’è data a gambe levate col bottino. Massima cautela con le Rc auto temporanee: spesso, per i privati, c’è dietro qualcosa che odora di frode. Ancor più se il pagamento richiesto è su conto corrente online o su carta ricaricabile: così da lasciare meno tracce possibili.

Inoltre, si rammenti che il trucco della Rc auto temporanea pagata su conto o su carta ricaricabile va molto forte al Sud, dove le polizze sono costosissime: qui, pur di non pagare annualità pesanti, si cercano soluzioni come le polizze temporanee. In realtà, si resta a bocca asciutta e si circola in buona fede senza assicurazione: in caso si provochi un incidente, l’automobilista caduto nella trappola della Rca falsa paga tutti i danni all’altro guidatore. Se ci sono feriti o morti il conto lievi a milioni di euro: attenzione alla legnata che rovina per sempre.

di Ezio Notte @ 16:44


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.