OmniAuto.it

19 giugno 2011

Fsa, il vigilante inglese sulle Assicurazioni: roba seria. Graffia i comparatori di Rca britannici

Rca, i comparatori inglesi tremano

In Inghilterra non si scherza con le assicurazioni. C’è la Fsa, l’autorità di vigilanza dei mercati finanziari britannici. Che adesso ha nel mirino i siti dei comparatori di assicurazione britannici.

Ecco dove si indaga.

1) I comparatori rispondono sempre agli obblighi di informazione verso i consumatori?

2) C’è chiarezza nella presentazione delle offerte in funzione del profilo?

3) Vengono identificati bene i differenti fornitori?

4) I questionari proposti per identificare il profilo degli internauti permette di verificare che il contratto corrisponda alle esigenze dei singoli automobilisti?

5) Tariffe ultra low cost: è indicata ogni clausola limitativa? L’assicurato sa che il figlio 18enne non potrà guidare, pena una penale di 10.000 euro in caso di incidente causato?

Invece, se in Italia i comparatori Rca non sono nel mirino di nessuno, vuol dire che sono trasparenti al 100%…

di Ezio Notte @ 23:04


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.