OmniAuto.it

13 dicembre 2010

Fumo in auto: c’è crociata e crociata

Il fumo in auto uccide i bimbi

Ricordate la faccenda del fumo in auto? Come abbiamo denunciato noi di Automobilista.it (qui e qui), qualche politico italiano s’è fatto pubblicità gratuita sui giornali portando avanti una falsa crociata contro il fumo in auto. Ha finto di voler introdurre il divieto di fumare in macchina, durante la discussione (lunghissima ed estenuante) del nuovo Codice della strada. Che poi è arrivato ad agosto 201o – anziché due anni prima – anche per colpa di politicanti che usano gli automobilisti per farsi belli. Adesso, in Gran Bretagna però, riparte un’altra crociata contro il fumo. Ma c’è una bella differenza con la nostra.

1) In Gran Bretagna i politici fanno più sul serio che da noi. La politica è sporca su tutto il pianeta, in Italia puzza di marcio.

2) In Gran Bretagna l’obiettivo numero uno è tutelare i bimbi che viaggiano in auto. Una battaglia contro il fumo passivo. Da noi, siamo rimasti alla discussione se il fumo possa distrarre o no. Ma chi se ne frega? Il vero problema è la salute dei passeggeri e soprattutto dei bimbi. Un giorno, anche il nostro Paese ci arriverà.

foto flickr.com/photos/theknowlesgallery

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.