OmniAuto.it

26 luglio 2011

Garage da comprare: lo vedi, ti piace, dai la caparra, poi scopri che è piccolo per le tue due auto medie e rivuoi indietro i soldi. Il no della Cassazione

Il box dei sogni

Un tizio, dopo ave visto un garage, dà la caparra per comprarlo. Un’Impresa promette in vendita il garage di 24 metri quadrati, al secondo piano interrato di un edificio in corso di costruzione. Ma il tizio si accorge che il box è piccolo per la sua auto. E chiede condanna dell’impresa alla restituzione del doppio della caparra versata. Motivo: il garage sarebbe stato inutilizzabile per il ricovero di due auto medie. Impossibile fare manovra per accedervi.

Battaglia legale. Pare che il compratore la spunti. Ma poi si va in Cassazione (che per fortuna fa chiarezza su un mare di questioni automobilistiche), che dà ragione al venditore. Sentenza 13979/2011: prima di sottoscrivere il preliminare, aveva visionato i garage. C’era anche stata la prova dimostrativa dell’accesso al box effettuata sull’auto di un amico.

Sentite qui: “L’attrice aveva promesso di comprare proprio quel bene che aveva preventivamente verificato e che il promittente venditore non avrebbe venduto nulla di diverso da quanto la promissaria acquirente aveva previamente visionato. Il giudice di appello ha accolto la domanda attrice senza alcuna valutazione delle prove orali e, da un lato, non ha affermato che vi fosse una assoluta incommerciabilità del bene sotto il profilo del rispetto della normativa antincendio e, dall’altro, ha fondato il preteso inadempimento della promettente venditrice sulla mera circostanza che era difficile la manovra per auto di dimensioni medio – grandi, senza alcuna motivazione in ordine alla rilevanza di tale circostanza rispetto al preliminare concluso dall’attrice previa verifica dei lunghi”.

foto flickr.com/photos/steelmastersteelbuildings

di Ezio Notte @ 00:01


Nessun commento

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI Nessun Commento

Per ora ancora nessun commento.

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.