OmniAuto.it

16 febbraio 2010

Giannini (Isvap), ci scusi tanto: ma chi se ne frega degli utenti iscritti al preventivatore unico?!

Preventivatore Isvap, che delusione...

Preventivatore Isvap, che delusione...

Il numero uno dell’Istituto che vigila sulle Assicurazioni (Isvap), Giannini, ha elencato le iniziative “nelle quali l’Autorità ha creduto, investito tempo e risorse”. Cita, fra le altre:

a) l’introduzione e la realizzazione del risarcimento diretto, che sta dando risultati
positivi;

b) l’introduzione e la realizzazione del preventivatore Rc auto. In poco più di sei mesi, sono quasi 90.000 gli utenti iscritti e oltre 145.000 le richieste di preventivo pervenute (circa 25.000 al mese).

Francamente, noi di Automobilista.it restiamo di sasso di fronte a quei due fattori citati da Giannini.

a) Non vediamo da nessuna parte i risultati positivi dell’indennizzo diretto. Nato per far calare le tariffe Rca, le sta facendo rincarare. Questa era il punto chiave di quella benedetta procedura (da febbraio 2007, si viene risarciti dalla propria Assicurazione). Altra amara verità, a nostro giudizio: se i rimborsi sono (un pochino) più veloci, è perché l’assicurato ha meno modo di difendersi in maniera adeguata, essendo la propria Compagnia (debitrice verso di lui) a dovergli prestare assistenza. Un controsenso.

b) Il preventivatore unico Isvap serve a zero. Doveva far calare le Rca anch’esso, e invece le tariffe salgono. E poi la personalizzazione della tariffa, il preventivatore se la sogna: ci sono condizioni base, raramente rintracciabili nella giungla delle Assicurazioni. Degli utenti iscritti e di chi ha scaricato il preventivo ci importa ancora meno. Anche perché gli utenti, che si sono fatti inviare il Pdf via mail con le tariffe, potrebbero essere le stesse Assicurazioni, gli agenti, gli intermediari, i broker, i semplici curiosi…

di Ezio Notte @ 00:01


2 commenti

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.


QUI 2 Commenti

  1. Sono d’accordo con Voi il preventivatore unico serve a poco.
    Perche':
    -Non tiene conto delle esclusioni e rivalsa di ogni polizza auto( vedi qui: http://www.assiforum.com/comparatore-rcauto-f14.html)
    – Non tiene conto degli sconti che ogni intermediario puo’ concedere ai migliori clienti.
    – Non tiene conto della “qualità” e velocità nel pagamento dei sinistri e delle sanzioni che le Compagnie ricevono per inosservanza delle norme di liquidazione/trasparenza (vedi quì: http://www.assiforum.com/compagnie-sanzionate-isvap-classifiche-t82.html)

    E’ pero’ utile per quei clienti i quali sono solo alla ricerca dell’offerta migliore pur di risparmiare qualche decina di euro in sicurezza per poi comprarsi il cellulare alla moda!!

    Daniele

    Commento by daniele — 16 febbraio 2010 @ 09:16

  2. […] di Automobilista.it non ci capiamo più niente. L’Isvap (vigila sulle Assicurazioni) dice che il potenziale cliente di una Compagnia, prima di firmare il contratto […]

    Pingback by Rc auto di Poste italiane. Ma l’Isvap non aveva detto che l’automobilista va ultra informato su tutte le clausole della polizza? | Automobilista.it — 28 marzo 2010 @ 14:23

RSS feed dei Commenti su questo post.



Ci scusiamo, i commenti sono al momento chiusi.